Siccità, deroghe e anticipi sui pagamenti: da Ue piano di aiuti agli agricoltori

Via libera a una serie di misure straordinarie per venire incontro alle richieste dei settori in difficoltà finanziarie a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli

Deroghe alle norme per l'utilizzo dei terreni e anticipi sui pagamenti diretti previsti nell'ambito della Pac, la politica agricola comune. Sono alcune delle misure straordinare cui l'Unione europea e i suoi Stati membri, riuniti in un comitato tecnico, hanno dato il via libera. Le misure, che erano state proposte dalla Commissione Ue, serviranno ad aiutare agricoltori e allevatori in difficoltà finanziarie a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli, come la siccità, e per aumentare la disponibilità di foraggio.

Per il commissario europeo all'Agricoltura Phil Hogan "da quando sono iniziati gli eventi climatici estremi, seguiamo la situazione da vicino e siamo pronti a sostenere i nostri agricoltori. La Commissione è stata in contatto con tutti gli Stati membri durante tutto il processo e abbiamo reagito rapidamente quando era necessario. Queste misure dovrebbero alleviare le difficoltà finanziarie degli agricoltori europei e proteggerli dalla penuria di foraggio per il loro bestiame".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le misure concordate, ricorda Confagricoltura, che in una nota esprime apprezzamento per la decisione Ue, riguardano 18 Stati membri: Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Irlanda, Grecia, Spagna, Francia, Croazia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Ungheria, Polonia, Portogallo, Romania, Finlandia e Regno Unito e prevedono la possibilità di anticipare i pagamenti della Pac fino al 70% per quelli diretti, a partire dal prossimo 16 ottobre, e dell'85% per quelli per lo sviluppo rurale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buone notizie per la frutta italiana: la vespa samurai sta uccidendo la cimice asiatica

  • Nessuno tocchi i cinghiali, gli animalisti difendono quelli catturati nelle città italiane

  • Scoperto enzima che "pulisce" la carne. Riducendo gli sprechi alimentari

  • Vuoi aiutare la natura anche da morto? Ecco la bara di funghi per fertilizzare la terra

  • "Sfruttati spietatamente per confezionare carne", anche la Germania ha il suo caporalato

  • I visoni tifano Brexit, dopo il divorzio dall'Ue le pellicce saranno vietate nel Regno Unito

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento