Spreco alimentare, arriva il "calcolatore" Ue per gli Stati membri

La Commissione europea ha dato il via libera a un atto delegato che armonizza il modo in cui i Paesi collezionano i dati lungo tutta la filiera. L'obiettivo è dimezzare il food waste entro il 2030

L'obiettivo è dimezzare gli sprechi in tutta l'Unione europea entro il 2030. Ma per farlo, serve anche armonizzare le varie metodologie con cui gli Stati membri calcolano il proprio 'food waste'  in ogni fase della catena di approvvigionamento. Per superare questa falla, la Commissione europea ha varato un atto delegato che consentirà di misurare accuratamente e in modo coerente gli sprechi alimentari dei vari Paesi. In modo da avere dei dati adeguati per valutare l'entità del problema e l'efficacia delle azioni messe in campo

"La lotta contro lo spreco alimentare è un imperativo morale - dice il commissario Vytenis Andriukaitis - È essenziale per la sostenibilità del nostro pianeta e per il corretto funzionamento dei nostri sistemi alimentari. L'Ue è impegnata nell'obiettivo generale di dimezzare lo spreco alimentare entro il 2030. Con questa nuova metodologia europea, ora possiamo misurare dove siamo, valutare l'efficacia delle nostre azioni e monitorare i nostri progressi. Per dirla in parole povere: solo ciò che viene misurato puo' essere gestito". La Commissione seguirà da vicino l'attuazione di questo atto delegato, organizzando scambi regolari con gli Stati membri per condividere analisi ebuone prassi.

Sulla base di questa metodologia, inoltre, i Paesi dovranno istituire un quadro di monitoraggio entro il 2020, in modo che la Commissione possa realizzare un report completo e dettagliato entro il 2022. "Questa metodologia condivisa - spiega ancora Bruxelles - contribuirà ad armonizzare la generazione di dati sui livelli di spreco alimentare da parte delle imprese e contribuirà al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile", conclude. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guerra commerciale delle patatine fritte, l’Ue fa causa alla Colombia

  • Cimice asiatica, la Commissione Ue pronta a misure straordinarie per i produttori italiani

  • Autorità tedesche nella bufera, la listeriosi uccide tre persone

  • Il 'semaforo alimentare' arriva anche in Germania: "Made in Italy a rischio"

  • In Cina crolla la produzione di carne di maiale, gli Usa ne approfittano

  • Pranzi a lavoro, attenzione per equilibrio nutrizionale è priorità per un europeo su due

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento