rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Risarcimenti

Bruxelles stanzia oltre 27 milioni di euro per risarcire agricoltori italiani dall'aviaria

Nel 2021 erano stati confermati 294 focolai altamente patogeni. Fondi attinti dalla riserva della Pac, con i pagamenti che verranno erogati entro il 30 settembre

La Commissione europea ha concesso lo stanziamento di oltre 27 milioni di euro a favore dell'Italia per risarcire gli agricoltori colpiti due anni fa da focolai di influenza aviaria. I fondi verranno recuperati in via straordinaria dalla riserva agricola della Politica agricola comune (Pac). La scadenza per ricevere i pagamenti è stata fissata entro il 30 settembre. Nell'autunno-inverno del 20211 in Italia erano stati riscontrati 294 focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità, che aveva colpito in massa polli, galline ovaiole, tacchini, anatre e faraone. Una volta confermati, i focolai erano stati sottoposti dalle autorità italiane a misure di controllo, monitoraggio e prevenzione, inclusa l'istituzione di zone di protezione e sorveglianza.

Tra le misure più diffuse quella dell'abbattimento del pollame per evitare il propagarsi della malattia, con conseguente perdita di produzione di uova e animali vivi. Roma aveva inoltrato una richiesta formale a Bruxelles, che la Commissione europea ha accettato, andando a coprire con fondi comunitari la metà delle spese sostenute dall'Italia per offrire sostegno al mercato avicolo. Il diritto a ricevere questo sostegno riguarda solo le aziende agricole che si trovavano nelle zone sottoposte a restrizioni fino alla fine del 2021. Bisognerà attendere la fine del mese di Aprile per l'entrata in vigore di questa misura, a seguito della sua approvazione formale.

Il fondo Ue va ad aggiungersi a quelli già mobilitati a livello nazionale. Confagricoltura in un comunicato precisa che si tratta di 27,5 milioni (altre fonti parlano di 27,2), con i quali sarà possibile integrare i risarcimenti già disponibili sul piano interno che hanno consentito di anticipare ai produttori il 25% dei danni indiretti già richiesti. La confederazione delle aziende agricole preme affinché la strada di accesso alle risorse europee sia rapida e scorrevole, al fine di rispettare il termine del 30 settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruxelles stanzia oltre 27 milioni di euro per risarcire agricoltori italiani dall'aviaria

AgriFoodToday è in caricamento