menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'azienda leader in Europa per gli hamburger vegani, acquistata dal gigante della carne brasiliano

L'acquisizione da parte di Jbs ha un grande valore strategico, con il mercato dei prodotti vegetali alternativi in crescita la società vuole garantirsi un posto in prima fila

Il gigante brasiliano della carne Jbs acquisisce Vivera, l’azienda olandese tra i leader in Europa nella vendita di prodotti sostituti proprio della carne. Le due società si sarebbero accordate per una cifra pari a 341 milioni di euro. Questa acquisizione, che è ancora in attesa dell'approvazione normativa, permetterà a Jbs di avere una propria produzione a base vegetale in Europa e di espandere la sua presenza nel settore del cibo vegetariano e vegan.

Vivera, che produce sostituti vegetali di hamburger, salsicce e carne macinata dal 1990, vende i suoi prodotti in 25 Paesi europei e conta circa 400 dipendenti. L’azienda, con ben tre strutture operative e un centro di ricerca nei Paesi Bassi, vanta un fatturato annuale di circa 85 milioni di euro. "Questa acquisizione ha un grande valore strategico in quanto Vivera è il terzo produttore europeo di alimenti a base vegetale", ha dichiarato in un'intervista l'amministratore delegato di Jbs Gilberto Tomazoni. Gli accordi prevedono che a livello tecnico e gestionale l’azienda olandese rimarrà indipendente all'interno di Jbs, che conta 245mila lavoratori in tutto il mondo.

Come spiega Dutchnews, la società ha deciso di acquistare Vivera perché prevede una forte crescita globale del mercato dei prodotti sostitutivi della carne, che negli ultimi tre anni è già raddoppiato. Molti altri colossi alimentari hanno già messo piede all’interno del settore senza cane. Per esempio, nel 2018, Unilever ha acquistato il produttore olandese di sostituti vegetali De Vegertarische Slager per circa 30 milioni di euro. Secondo Bloomberg, Jbs, che detiene anche il 57 per cento del mercato degli hamburger a base vegetale in Brasile, adesso avrà la possibilità di diventare un colosso anche in Europa. All'inizio di quest'anno, Tomazoni ha affermato di aver preso addirittura in considerazione di creare una nuova società globale focalizzata esclusivamente sui prodotti a base vegetale e che questa acquisizione "rafforza la nostra posizione nel settore della carne alternativa, aprendo la strada ai nostri piani per essere un grande attore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento