rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Crisi energetica

Sos baguette: la Francia fa rinegoziare ai panettieri i prezzi dell'energia

I "250 grammi di magia e perfezione", come li definì il presidente francese Emmanuel Macron, sono ormai diventati il simbolo dell'inflazione

La baguette è a rischio di estinzione. Vabbè forse non proprio estinzione, ma sta diventando sempre più cara. La colpa? L'aumento dei prezzi dell'energia, che sta mettendo in ginocchio migliaia di attività commerciali in tutta la Francia. Con un'inflazione annua del 6 per cento e aumenti delle tariffe del 10-12 per cento, le panetterie tradizionali stanno lottando per sopravvivere. Per salvare i "250 grammi di magia e perfezione", come li definì il presidente francese Emmanuel Macron, il governo, in accordo con i fornitori di energia, permetterà alle boulangeries in difficoltà economica di negoziare nuovi piani di pagamento per il 2023.

Secondo quanto riportato dalla Reuters, le principali società energetiche francesi hanno accettato l'accordo, impegnadosi a "sciogliere i contratti quando i prezzi sono aumentati in modo proibitivo e insostenibile per alcune panetterie", e che i contratti saranno esaminati caso per caso, offrendo assistenza finanziaria ai proprietari. La prima ministra Elisabeth Borne ha inoltre annunciato l'intenzione di sostenere ulteriormente il settore permettendo ai negozianti di ritardare il pagamento delle tasse e degli oneri sociali. La rinegoziazione - mediata dal governo francese - arriva mentre molte dei 35mila esercizi commerciali rischiano la rovina finanziaria a causa dell'impennata dei costi energetici, in parte provocata dall'invasione russa dell'Ucraina.

Le panetterie tradizionali sono considerate un'istituzione in Francia, e lo scorso novembre l'Unesco ha riconosciuto la preparazione delle baguette tradizionali come "un'arte" e le ha elevate al rango di "emblema culinario e sociale del patrimonio immateriale dell'umanità". Tuttavia, questo riconoscimento ha messo in luce la loro progressiva estinzione, soprattutto nelle zone rurali. Nel 1970 c'erano circa 55.mila panifici artigianali in Francia, uno ogni 790 abitanti, mentre oggi ce ne sono solo 35mila, ovvero uno ogni 2mila abitanti, secondo il ministero della Cultura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sos baguette: la Francia fa rinegoziare ai panettieri i prezzi dell'energia

AgriFoodToday è in caricamento