menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Diventa un ‘carnitariano’”: bufera sulla campagna pro-carne sostenuta con fondi Ue

Da Bruxelles sarebbero arrivati 3,6 milioni di euro in sostegno dell'attività promozionale volta a contrastare la cattiva reputazione delle diete ricche di proteine animali. Proteste da ecologisti e vegani: "Delirante"

“Diventa anche tu un Beefatarian!”. Una nuova campagna pubblicitaria che invita le persone a fidarsi del consumo di carni rosse gioca su un neologismo inglese traducibile in italiano come ‘carnitariano’. Complice un finanziamento Ue a favore del progetto - che secondo il sito di notizie Euronews ammonterà in totale a 3,6 milioni di euro - la campagna ha suscitato curiosità e critiche, facendo discutere soprattutto le associazioni ambientaliste più attive nel sostengo delle diete senza carne perché ritenute più sostenibili per il Pianeta e più salutari per l’uomo. “Qualcuno pensa seriamente che questo sia un buon uso del denaro pubblico?”, è stato il commento di Greenpeace

Lo scopo

La campagna fa parte di un progetto triennale che mira di dissipare le false credenze e la cattiva reputazione che ha circondato negli ultimi anni il consumo di carne. L’idea nasce dalla collaborazione tra Provacuno, l’organizzazione interprofessionale dell'industria spagnola della carne bovina, e l’omologa belga Apaq-w. Ma la campagna farebbe parte di un progetto più ampio della Commissione, denominato Proud of European Beef, orgoglioso della carne europea, con lo scopo di incoraggiare i consumatori a non farsi influenzare dai nuovi stereotipi sulla carne rossa e per “consentire loro di essere nuovamente fiduciosi sulle loro decisioni di consumo”. Ma a influenzare i consumatori negli ultimi anni verso un consumo inferiore di carni rosse sono stati anche i risultati delle ricerche sugli effetti a lungo termine di un’alimentazione ricca di proteine animali che potrebbe incidere sull’insorgenza di malattie e disturbi cardiovascolari.

L'ideatore

Un ‘carnitariano’, secondo la campagna, è una persona che vuole "avere una dieta equilibrata", ha detto alla testata Food Navigator il direttore di Provacuno Javier Lopez. Ma oltre a sostenere i benefici per la salute della carne rossa, Provacuno si concentra anche sui vantaggi ambientali, sostenendo che l'acquisto di prodotti di provenienza locale è più sostenibile. “Se aiuti un'agricoltura sostenibile scegliendo carne di manzo europea, sei un vero carnitariano”, ha aggiunto Lopez, "e, naturalmente, un vero carnitariano mangia anche l’insalata”.

Le reazioni

“Questa campagna è assolutamente delirante”, ha dichiarato ad Euronews Juliet Gellatley, fondatrice dell'associazione britannica di pro-vegan Viva!. “È stato dimostrato più volte che la carne rossa, come il manzo, è collegata a malattie cardiache, diabete e cancro, a causa del suo alto livello di grassi saturi, colesterolo e sale”, ha aggiunto Gellatley. “Le prove scientifiche contro la carne rossa sono supportate da enti governativi e agenzie leader, come l'Organizzazione mondiale della sanità”, ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L’export agroalimentare italiano sempre più sostenibile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento