Martedì, 27 Luglio 2021
Attualità

"Aiutare chi non può permettersi diete sane", l'appello del Comitato delle Regioni all'Ue

Nel parere su Farm to fork curato dall'italiano Milana, l'organo che riunisce gli enti locali europei chiede una strategia agroalimentare attenta non solo alla sostenibilità ambientale ma anche a quella sociale

Non sono la lotta al cambiamento climatico: la prima strategia Ue sull'intero comparto agroalimentare, Farm to fork, deve porre maggiore attenzione alla sostenibiltà sociale. Per esempio, aiutando quei cittadini che non possono permettersi diete sane per ragioni economiche. E' quanto si legge nel parere del Comitato Ue delle Regioni curato dall'ex eurodeputato del Pse, Guido Milana. 

"La pandemia del Covid-19 ha evidenziato alcune gravi crepe nel nostro sistema alimentare - dice Milana - La strategia Farm to fork sarà fondamentale per cambiare tale sistema e renderlo più sostenibile sostenibile dal punto di vista ambientale, economico e sociale. L'inclusione delle città e delle regioni è necessaria per sostenere produttori e lavoratori, aiutare i molti che non possono permettersi diete sane, proteggere il nostro ambiente, promuovere filiere corte e incoraggiare una migliore distribuzione alimentare. Agricoltori e pescatori saranno fondamentali per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che ci siamo prefissati e dobbiamo assicurarci che nessuno venga lasciato indietro", conclude Milana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aiutare chi non può permettersi diete sane", l'appello del Comitato delle Regioni all'Ue

AgriFoodToday è in caricamento