Sabato, 23 Ottobre 2021
Attualità

I migliori ristoranti del mondo? Sono in Danimarca (e il primo italiano è solo 15esimo)

Al primo e al secondo posto degli “Oscar della cucina” il Noma e il Geranium di Copenaghen, seguiti dal francese Mirazur

Se si vuole una cucina d'eccellenza bisogna andare (a quanto pare) a Copenaghen. La Danimarca, almeno in Italia, non è certo famosa per la qualità della sua cucina, e invece forse non è così, almeno secondo la classifica The World's Best Restaurant, considerata una sorta di Oscar della cucina mondiale. Nella graduatoria stilata per il 2021 i primi due posti sono occupati da ristoranti danesi, e per trovare il primo italiano bisogna attendere addirittura il 15esimo posto.

Il migliore

Il Noma dello chef René Redzepi è stato ritenuto il migliore al mondo prendendo il posto, dalla seconda posizione del 2019, del ristorante francese Mirazur, vincitore della scorsa edizione e oggi promosso nella hall of fame dei ristoranti Best of the Best. "Il Noma è stato probabilmente il ristorante più influente della sua generazione, stabilendo nuovi standard in termini di ricerca e selezione degli ingredienti, sviluppo dei piatti e presentazione”, ed “è diventato una delle destinazioni culinarie più ricercate dai consumatori di tutto”, ha spiegato William Drew, direttore dei contenuti per The World's 50 Best Restaurants. Al secondo posto il ristorante Geranium, sempre di Copenaghen, mentre al terzo si piazza l'Asador Etxebarri di Atxondo, in Spagna. L'italiano Lido 84, a Gardone Riviera, dello chef Riccardo Camanini si piazza al quindicesimo posto ricevendo anche vincitore l'Highest New Entry Award. L'altro italiano nella top 10 è Piazza Duomo, dello chef Enrico Crippa, che arriva 18esimo.

Gli altri ristoranti

Il premio è stato assegnato da una giuria di oltre mille esperti indipendenti del mondo della gastronomia, da chef internazionali, giornalisti gastronomici e gastroturisti. Il Noma, La lista 2021 dei migliori ristoranti del mondo, sponsorizzata da S.Pellegrino e Acqua Panna, include locali di 26 Paesi: Spagna e Stati Uniti sono in testa alla classifica di The World's 50 Best Restaurants con sei ristoranti ciascuno. L'Italia è stata rappresentata con quattro ristoranti, gli altri due sono alla posizione numero 26 Le Calandre di Rubano (Padova) e al numero 29 il Reale di Castel di Sangro (L'Aquila). La Spagna vanta due locali nella top 10 oltre all'Asador Etxebarri c'è il Disfrutar di Barcellona (No.5) -, seguiti dal ristorante Elkano (No. 16) a Getaria e l'evergreen Mugaritz (No. 14) a San Sebastián. Per gli Stati Uniti, il Cosme di New York è al numero 22, il Benu di San Francisco al 28 e il SingleThread al 37. Tra i diversi premi assegnati il pasticcere Will Goldfarb del Room4Dessert a Bali (Indonesia) si porta a casa il The World's Best Pastry Chef Award. Premiata anche la chef peruviana Pía Léon, a capo dei ristoranti Central, Kjolle e Mil, che ha ottenuto il The World's Best Female Chef Award. Premi speciali inoltre per la chef Dominique Crenn dell'Atelier Crenn, nata in Francia e residente a San Francisco, a cui è stato assegnato l'Icon Award e al ristorante londinese Ikoyi, vincitore dell'American Express One To Watch Award.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I migliori ristoranti del mondo? Sono in Danimarca (e il primo italiano è solo 15esimo)

AgriFoodToday è in caricamento