Pane e cereali, in Italia costano il 18% in più della media Ue

Nel nostro Paese prezzi più alti di Germania, Francia e Spagna. In Romania i panifici più convenienti

Bisogna andare a Est per comprare pane e cereali ai prezzi più convenienti d'Europa: in Romania, infatti, il costo è quasi la metà della media Ue. Al contrario della Danimarca, dove i prezzi sono sopra il 52%. E anche in Italia, i panifici sono tra i più cari: ben il 18% in più sopra la media dell'Unione. E' quanto emerge dai dati diffusi oggi dall'Eurostat relativi al 2018.

Consumer price levels for bread and cereals 2018-2

Nella fascia dei Paesi più cari svettano, dopo la Danimarca, Austria (+35% rispetto alla media), Lussemburgo e Finlandia (entrambi al 27%). I livelli più bassi di prezzi sono invece stati osservati, oltre che nella già citata Romania in Bulgaria (-38%) e Polonia (-32%). Gli altri grandi Paesi hanno registrato prezzi del pane e dei cereali inferiori a quelli dell'Italia. In Francia e Spagna i prezzi sono sopra la media Ue (rispettivamente +11% e +8%), mentre la Germania è sostanzialmente in linea (+1,5%). Nel Regno Unito i prezzi sono decisamente inferiori alla media Ue (-14%). Secondo Eurostat, tra il 2017 e il 2018 i prezzi del pane e dei cereali in Italia hanno subito un leggero aumento rispetto all'andamento della media Ue (+0,6%). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Il "giusto prezzo" delle clementine: la Coop al fianco dei produttori calabresi

  • Un po' agronomi, un po' braccianti: come robot e droni stanno cambiando il lavoro nei campi

  • La Francia minaccia il veto sull'accordo Brexit per i diritti di pesca, rischio No Deal

  • Macelli addio? Per la prima volta nei piatti arriva la carne creata in laboratorio

  • La cannabis non uccide: l'Onu la rimuove dalle sostanze pericolose. Putin e Orban contrari

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento