menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I pesci dei mari europei in diminuzione, Strasburgo chiede misure per il recupero degli stock ittici

Il Parlamento Ue con una risoluzione ha chiesto agli Stati membri interventi decisi tra cui l'espansione delle aree marine protette

Gli stock di pesci dei mari europei sono in forte diminuzione e questo è un pericolo sia per le specie ittiche che per il futuro della pesca. Per questo gli Stati membri devono fare di più per proteggere la fauna marina e concedergli dei periodo di riposo dalle catture per permettere di tornare a prosperare.

La risoluzione

È quanto chiede il Parlamento europeo con una risoluzione approvata con 362 voti a favore, 248 contrari e 71 astensioni. Strasburgo chiede agli Stati membri di espandere la rete delle zone di ricostituzione degli stock ittici nell'ambito della Politica comune di pesca (Pcp) e di aumentare la percentuale dei contingenti nazionali assegnati alla piccola pesca costiera, che “può facilitare in modo significativo la transizione verso una gestione sostenibile” della fauna marina. Il testo votato dai deputati, spiega una nota dell'Aula, accoglie con favore la proposta della Commissione contenuta nella strategia dell'Ue per la biodiversità 2030, di avere almeno il 30% delle acque europee come aree marine protette (Amp). Tuttavia per il Parlamento questo obiettivo dovrebbe essere reso legalmente vincolante e metà di queste aree dovrebbero godere di un alto livello di protezione, con restrizioni non solo per la pesca commerciale, ma anche per altre attività, come l'esplorazione di combustibili fossili, parchi eolici offshore, turismo di massa o acquacoltura su larga scala. I deputati chiedono che le risorse dell'attuale e futuro Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) vengano utilizzate per creare questo tipo di aree altamente protette.

Coinvolgere i pescatori

Secondo i deputati i pescatori dovrebbero essere coinvolti nella preparazione e gestione di queste aree protette, poiché il loro coinvolgimento nella gestione e la loro accettazione della loro stessa esistenza è fondamentale per riuscire a proteggerle davvero. Per Strasburgo gli Stati membri dovrebbero adottare anche una legislazione che autorizzi i pescatori a portare a terra i rifiuti catturati in mare e introdurre un sistema di incentivi per l'uso di adeguati sistemi di raccolta. Infine il Parlamento europeo sottolinea che un'azione rapida ed efficace per combattere il cambiamento climatico è essenziale per preservare gli ecosistemi marini e la continuità della pesca sostenibile a lungo termine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento