Prezzi della carne, barbecue salato per austriaci e francesi. Italia ottava

Indagine Eurostat sul mercato di bovino, maiale, agnello e pollame. Polonia e Romania i Paesi dove fare un arrosto costa meno

Tra tutti i Paesi dell'Unione europea, l’Austria è quello che registra il prezzo della carne più alto nel 2019. A rilevarlo è Eurostat, l’Ufficio di statistica dell’Unione europea, in un confronto di mercato tra i 27 Paesi membri dell'Ue. L'analisi elabora il dato economico sulla base dell'indice del livello del prezzo medio dell'Ue di 100 e sulla possibile intenzione di pianificare un barbecue nelle ultime settimane dell'estate. 

La classifica

I risultati - ottenuti considerando le carni di bovino, suino, agnello, montone e capra, pollame, altre carni macinate, salumi e preparazioni a base di carne - mostrano che nel 2019 il prezzo della carne era più alto in Austria (indice del livello dei prezzi di 145) e Lussemburgo (141), seguito dalla Francia (131), Paesi Bassi (127), Belgio (125) e Finlandia (124). L'Italia è ottava, preceduta dalla Danimarca e seguita da Svezia e Germania. Il Belpaese registra un indice intorno ai 120 punti.

Paesi più economici

I livelli di prezzo più bassi per la carne nel 2019 sono invece stati registrati in Polonia e Romania (entrambi con un indice di livello dei prezzi di 63), seguiti da Bulgaria (66) e Lituania (71).

meat prices MS@1.5x-100-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • I prodotti integrali riducono fino a un quarto il rischio di mortalità

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • Corte Ue sancisce la "libera circolazione" del cannabidiolo

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

  • Covid, rischio contagio dai cibi surgelati? Cosa c'è di vero nell'ultimo allarme sulla pandemia

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento