Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

L'Ue apre indagine su conflitto di interessi nell'agenzia che eroga i fondi per gli agricoltori

Il capo dell'Agea è anche azionista di una società che si occupa delle certificazioni del bilancio della Coldiretti, la principale associazione di categoria del nostro Paese

È a capo dell'agenzia che si occupa delle erogazioni dei contributi europei destinati agli agricoltori, ma è anche azionista di una società che certifica il bilancio della Coldiretti, la principale associazione di categoria del nostro Paese. Per questo dovrebbe essere rimosso dal primo incarico che sarebbe in conflitto di interessi con il secondo.

La denuncia è arrivata dai Verdi europei che hanno chiesto a Bruxelles di indagare sulla questione con un'interrogazione a firma di Rosa D'Amato, Ignazio Corrao, Eleonora Evi e Piernicola Pedicini. “Dopo aver informato la Commissione europea dell’evidente conflitto di interessi rappresentato dalla riconferma di Gabriele Papa Pagliardini a capo dell’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea), la Commissione ci informa che solleciterà le autorità italiane competenti affinché siano adottate tutte le misure necessarie per correggere una situazione chiaramente in contrasto con le regole europee”, ha spiegato in una nota l’eurodeputato  Pedicini, ex membro del Movimento 5 Stelle. “Come avevo già denunciato nei mesi scorsi – ha proseguito il parlamentare - la nomina a capo dell’Agea nell’ottobre 2019 di Gabriele Papa Pagliardini, presentava un’evidente questione di conflitto di interessi perché Pagliardini, oltre al suo ruolo istituzionale, risultava anche essere azionista di Agrirevi Spa, società di revisione e certificazione di bilancio di Coldiretti”.

Secondo quanto affermato dal politico ora la Commissione, in risposta a un'interrogazione da lui presentata, “ha chiarito che benché il direttore dell’Agea non sia a capo dell’organismo pagatore (Agrirevi Spa), quest’ultimo è integrato nella struttura organizzativa dell’Ahea”, e inoltre “dovrebbero in ogni caso essere predisposte garanzie analoghe per evitare conflitti di interessi a norma dell'articolo 61 del regolamento finanziario dell’Ue". Dunque la Commissione, ha concluso Pedicini, “riconosce che il ruolo del direttore dell’Agea va chiarito e pertanto le autorità competenti del nostro Paese verranno contattate dagli organi europei che intendono fare luce sulla questione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ue apre indagine su conflitto di interessi nell'agenzia che eroga i fondi per gli agricoltori

AgriFoodToday è in caricamento