Lotta agli acidi grassi trans nel cibo, Bruxelles propone nuove regole

Pericolosi per la salute, non potranno superare il 2% dei lipidi contenuti negli alimenti prodotti a livello industriale

Un tetto di 2 grammi ogni etto di grassi contenuti negli alimenti. E' quanto ha fissato la Commissione europea per ridurre la presenza degli acidi grassi trans nel cibo prodotto a livello industriale.

Il limite fa parte di un nuovo regolamento adottato oggi da Bruxelles. "La misura mira a proteggere la salute dei consumatori e a fornire agli europei opzioni alimentari più sane - si legge in una nota della Commissione - Nel corso degli anni, una serie di studi scientifici, tra cui uno dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (l'Efsa di Parma, ndr), hanno sottolineato che l'assunzione alimentare di grassi trans dovrebbe essere la più bassa possibile al fine di evitare rischi per la salute".

Il limite massimo fissato dalla Commissione corrisponde a 2 grammi di grassi trans prodotti industrialmente ogni 100 grammi di grassi presenti negli alimenti destinati al consumatore finale e alla vendita al dettaglio. Inoltre, le imprese devono fornire informazioni sulle quantità di grassi trans negli alimenti forniti ad altre imprese se viene superato il limite di 2 grammi. Il presente regolamento si applicherà a partire dal 2 aprile 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • “Diventa un ‘carnitariano’”: bufera sulla campagna pro-carne sostenuta con fondi Ue

  • Sulla riforma della Pac l'Ue chiede l'aiuto di Greta

  • "Il benessere animale fa bene anche agli allevatori e all'ambiente"

  • Un po' agronomi, un po' braccianti: come robot e droni stanno cambiando il lavoro nei campi

  • "L'accordo sul tabacco salva 50mila posti di lavoro in Italia"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento