menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dall'Ue via libera agli 1,2 miliardi di aiuti per gli agricoltori italiani

Il regime, approvato all'interno delle misure di emergenza per il coronavirus, dovrebbe servire a sostenere almeno mille imprese in difficoltà a causa della pandemia

La Commissione europea ha approvato gli 1,2 miliardi di euro concessi dall'Italia per sostenere le aziende attive nel settore agricolo, forestale, della pesca, dell'acquacoltura e di altri settori correlati colpiti dall'epidemia di coronavirus. Il regime di aiuti è stato approvato nell'ambito del quadro temporaneo per gli aiuti di Stato.

Il sostegno avverrà attraverso sovvenzioni dirette, anticipi rimborsabili, vantaggi fiscali e di pagamento, riduzione o cancellazione del pagamento dei contributi previdenziali e previdenziali, cancellazione del debito e altri strumenti di pagamento. Il regime sarà accessibile alle aziende di tutte le dimensioni attive in agricoltura, silvicoltura, pesca, acquacoltura e altri settori correlati come l'agro-turismo, la produzione alimentare e la commercializzazione, la ristorazione e le fattorie didattiche. Secondo le previsioni la misura andrà a beneficio di oltre mille imprese.

Lo scopo del regime è quello di soddisfare le esigenze di liquidità di queste società e di aiutarle a continuare le loro attività durante e dopo l'epidemia. Secondo Commissione il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, l'aiuto non supererà i 100mila euro per impresa attiva nel settore agricolo primario, 120milq euro per impresa attiva nel settore della pesca e dell'acquacoltura e 800milq euro per impresa attiva in tutti gli altri settori ammissibili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento