Nuovo record del bio in Europa: adesso vale 34 miliardi

Spagna e Italia si confermano i leader in quanto a coltivazioni. Ma le vendite maggiori sono in Germania

I campi coltivati in Europa sono sempre più bio: tra il 2009 e il 2017, stando all'ultimo rapporto della Commissione europea, le superfici coltivate con il metodo biologico sono cresciute del 70% in tutta l'Ue. E oggi rappresentanto un business da 34,3 miliardi di vendite al dettaglio.

Secondo Bruxelles, la crescita è solo agli inizi: la forte domanda porterà a un incremento della produzione interna e delle importazioni, si legge nel rapporto. Spagna e Italia si confermano i Paesi con le superfici a biologico più estese, Germania e Danimarca i mercati più grandi in termini assoluti e relativi. Le aziende bio sono in media due volte più grandi e hanno rese inferiori dal 40 all'85% rispetto a quelle convenzionali, con molta variabilità secondo il prodotto.

Nel latte, per esempio, le rese sono quasi equivalenti. Il divario tra le rese viene compensato con sovrapprezzi alla produzione più alti in media del 150% rispetto ai prezzi normali. Le importazioni nell'Ue di alimenti biologici hanno totalizzato 3,4 milioni di tonnellate nel 2018, principalmente materie prime, con la Cina principale fornitore (oltre 415mila tonnellate, il 12,7% del totale).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • “Un anno dopo l’incidente dove morirono migliaia di pecore la Romania continua a violare le regole Ue”

  • Sulla riforma della Pac l'Ue chiede l'aiuto di Greta

  • "La metà dei campi agricoli Ue in mano al 3% delle aziende"

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento