Il biologico 'invade' i supermercati italiani: triplicate le vendite in 10 anni

E' quanto risulta dalle elaborazioni Ismea su dati Nielsen. Nel 2018, il volume di affari del settore ha sfiorato i 2,5 miliardi di euro, raggiungendo una quota del 3% sul valore complessivo dell'agroalimentare

Lo si vede a occhio facendo un breve giro tra gli scomparti dei supermercati. E adesso a certificarlo sono le ultime statistiche: nel giro di 10 anni, in Italia la vendita di prodotti agroalimentari biologici attraverso i canali della grande distribuzione è triplicata. E' quanto emerge dalle elaborazioni Ismea su dati Nielsen.

Nel 2018, spiega Ismea, la spesa per i prodotti alimentari biologici ha sfiorato i 2,5 miliardi di euro, raggiungendo una quota del 3% sul valore complessivo dell'agroalimentare. Anche i primi 6 mesi del 2019 indicano una ulteriore crescita degli acquisti nel canale domestico del +1,5%, nonostante la condizioni meteo avverse abbiamo limitato l'offerta di molte produzioni. A trainare le vendite è la grande distribuzione (+5,5% in valore sulla prima metà del 2018), che negli ultimi 10 anni ha visto aumentare le vendite di prodotti agroalimentari bio del 217%. 

Il successo di mercato lo si coglie anche guardando ai dati sulla produzione. Sempre nell'arco del decennio 2009-2018, il numero di aziende di produzione e di trasformazione di prodotti biologici è raddoppiato e sono incrementati del 60% gli ettari dedicati. Con 80.000 aziende (+4% rispetto al 2017) tra produttori, preparatori e importatori, l'Italia è tra i leader in Europa per numero di operatori coinvolti.

La produzione di alimenti e bevande bio si concentra maggiormente al Sud Italia: sono infatti le regioni del Mezzogiorno (Sicilia, Puglia e Calabria in testa) a vantare maggiori estensioni e aziende, seppure molti regioni del Nord stiano crescendo a doppia cifra. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • I prodotti integrali riducono fino a un quarto il rischio di mortalità

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • Corte Ue sancisce la "libera circolazione" del cannabidiolo

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

  • Covid, rischio contagio dai cibi surgelati? Cosa c'è di vero nell'ultimo allarme sulla pandemia

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento