Brexit, il commissario Ue all'agricoltura: "Folle divorzio senza accordo"

Hogan lancia l'allarme: con il no-deal "gravi perturbazioni del mercato" per carni, formaggi, zucchero e riso, senza contare "le difficoltà logistiche previste nelle prime settimane per i prodotti deperibili", come frutta e verdura

Un'uscita del Regno Unito dall'Ue senza accordo potrebbe provocare "gravi perturbazioni del mercato" per carni, formaggi, zucchero e riso, senza contare "le difficoltà logistiche previste nelle prime settimane per i prodotti deperibili", come frutta e verdura. A lanciare l'allarme è il commissario Ue all'Agricoltura Phil Hogan, che oggi a Bruxelles ha presentato il pacchetto di misure elaborato dall'Unione per preparare il settore agricolo a tutti gli scenari possibili della Brexit, anche quello considerato "peggiore".

"Il buon senso può ancora prevalere" perché "nella follia che è la Brexit un divorzio senza accordo sarebbe ancora più folle, lo scenario peggiore, e spero in sviluppi politici che possano evitarlo", ha detto senza mezzi termini l'irlandese Hogan. Ed è proprio il settore agroalimentare dell'Irlanda quello che in Ue subirebbe l'impatto più forte da un'eventuale rottura tra Londra e Bruxelles. L'incubo principale è il ritorno dei dazi sui prodotti esportati nel Regno Unito

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sebbene "manchino i dettagli e la legislazione" che dovrebbe legittimarli, Hogan ha ammesso che "gravi perturbazioni del mercato" potrebbero esserci per carni, formaggi, zucchero e riso Ue, senza contare "le difficoltà logistiche previste nelle prime settimane per i prodotti deperibili", come frutta e verdura. Ma "siamo pronti a intervenire" ha assicurato Hogan con le misure previste dalla Pac, come "l'aiuto all'ammasso privato, l'intervento pubblico, ritiri dei prodotti dal mercato, le nuove regole sugli aiuti di Stato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La misteriosa malattia che sta uccidendo i kiwi italiani

  • È mandorle mania, da 5 anni in Europa l'ingrediente più usato nei nuovi prodotti alimentari

  • Londra vieta i gruppi di più di sei persone, ma non se si va a caccia

  • "Carne contaminata venduta sul mercato", l'allarme degli ispettori sanitari europei

  • La cannabis no, i grilli sì: il rischio Ue per i cibi alla canapa

  • Nuovi casi di peste suina in Germania, Cia: "Evitare contagio in Italia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento