Agricoltura, Centinaio: alleanza Italia-Francia per difesa fondi Ue

Sul futuro della Pac, il ministro preoccupato per "l'atteggiamento del gruppo di Visegrad (Polonia, Repubblica ceca, Slovacchia, Ungheria, ndr), che chiede più fondi ma poi fa muro sull'immigrazione”

L’Italia lavora ad alleanze in Europa per difendere la Politica agricola comune (Pac) dai tagli di bilancio che potrebbero derivare dalla definizione del nuovo bilancio dell’Ue, o per legare la loro erogazione a impegni su altri dossier. Lo garantisce il ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, che ragiona all’opportunità di fare fronte comune con altri Stati membri, tra cui la Francia. “Stiamo valutando l'adesione al documento firmato da Francia e Spagna con altri sei paesi Ue sulla riforma Pac, al quale abbiamo garantito finora un appoggio esterno ma non abbiamo ancora firmato”.

Sul futuro della Pac, sottolinea, “ci preoccupa l'atteggiamento del gruppo di Visegrad (Polonia, Repubblica ceca, Slovacchia, Ungheria, ndr) guidato dalla Polonia, che chiede più fondi ma poi fa muro sull'immigrazione”. A detta di Centinaio “l'Italia deve puntare su un'alleanza forte con Paesi come la Francia che hanno interessi e sensibilità più vicini a noi”. Il ministro lancia quindi velate critiche agli Stati membri dell’est. “L'allargamento dell'Unione è stata una bella cosa ma ora bisogna fare fronte comune con i nostri alleati storici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Sono vettori di Coronavirus”, la Cina mette al bando il consumo di animali selvatici

  • Con la Brexit il Regno Unito pronto ad aprire al pollo Usa lavato con gli acidi

  • I trattori assediano Bruxelles contro i tagli alla Politica agricola comune

  • La dieta mediterranea? Ormai piace più all'estero che in Italia

  • Pollo al cloro, l’Ue avverte il Regno Unito: “In Europa non entra”

  • Effetto coronavirus: boom di vendite di prodotti alimentari, ma nessun problema di rifornimenti

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento