Zucchero, Centinaio attacca Francia e Germania: "Bocciata nostra proposta per salvare imprese italiane"

Il ministro dell'Agricoltura: "Pronto un piano per fronteggiare la crisi"

Dopo la bocciatura della Commissione europea della proposta italiana per fronteggiare la crisi dello zucchero che prevedeva di attivare lo stoccaggio privato, l'Italia si prepara a un piano B. "Abbiamo un piano B perché temevamo la bocciatura dell'Europa". Ad affermarlo è il ministro delle Politiche agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio intervistato a 'Uno Mattina' su Raiuno.

"Mi ha fatto piacere che al Consiglio dei ministri europei in tanti hanno detto che la proposta italiana era la migliore possibile per poter salvare gli zuccherifici, il problema grosso - ha spiegato - è che Olanda, Francia, Germania, Svezia e Danimarca si sono messe di traverso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il piano B prevede da un lato che "abbiamo fatto partire immediatamente il contributo accoppiato, - ha detto Centinaio - un contributo doppio che viene dato ai produttori di barbabietola, per avere un po' più di reddito. La seconda cosa che vogliamo fare, e contatterò nelle prossime ore i signori degli zuccherifici, è cercare di fare la filiera. Le merendine, le creme spalmabili, i succhi di frutta sono tutti prodotti nei quali si può inserire il latte italiano, lo zucchero italiano, le nocciole italiane e la frutta italiana. Il nostro obiettivo è di avere prodotti sempre più legati al territorio e all'Italia per dare al consumatore la possibilità di scegliere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tabacco fa bene alla salute, lo dicono gli scienziati (italiani)

  • Embrioni di bovini da carne impiantati nelle mucche da latte per ottimizzare la produzione

  • Carbonara regina anche dei delivery, è la pasta più ordinata nelle consegne a domicilio

  • Lo strano caso della strage delle foche in Namibia, sulla costa spiaggiati 5mila feti morti

  • Chiamateli hamburger anche se vegani: l'80% degli europei a favore del nome che non piace agli allevatori

  • "Così il latte della multinazionale ha inquinato i fiumi per anni", l'accusa alla francese Lactalis

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento