Coronavirus, Confagricoltura: bene la richiesta di piano straordinario Ue per l'agricoltura

Il presidente Giansanti: “Alcuni settori sono già in crisi per il crollo della domanda e si registrano carenze di manodopera per le operazioni stagionali”

''Condividiamo la richiesta italiana a Bruxelles di un piano d'azione straordinario in termini di strumenti e risorse finanziarie per assicurare la continuità produttiva e stabilizzare i mercati''. È quanto afferma il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, in merito all'odierna sessione in videoconferenza del Consiglio Agricoltura dell'Unione europea, precisando che ''la ministra Bellanova ha ottimamente illustrato quella che è la situazione dell'Agricoltura in piena emergenza Coronavirus''.

Settore già in difficoltà

''In tutta l'Unione - precisa Giansanti - alcuni settori sono già in crisi per il crollo della domanda e si registrano carenze di manodopera per le operazioni stagionali, oltre a difficoltà nelle consegne alle industrie di trasformazione. Ciononostante, le imprese agricole continuano a garantire la sicurezza alimentare dei cittadini europei. Ce ne dovremo ricordare quando l'emergenza sanitaria sarà alle spalle e torneremo a progettare il futuro''.

Interventi urgenti

''Alcuni interventi - sottolinea il presidente di Confagricoltura - devono essere varati con urgenza. La normativa vigente prevede specifici strumenti per la gestione delle crisi: dai ritiri di mercato fino agli aiuti per lo stoccaggio. Vanno anche studiati appositi strumenti per la compensazione dei mancati redditi''. ''Occorre fare presto - conclude Giansanti - perché dalla tempestività e dall'efficacia delle misure che saranno assunte oggi dipendono la reazione e la capacità del sistema agroalimentare di ripartire con la massima efficienza quando la crisi sarà alle spalle''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Il "giusto prezzo" delle clementine: la Coop al fianco dei produttori calabresi

  • Un po' agronomi, un po' braccianti: come robot e droni stanno cambiando il lavoro nei campi

  • La Francia minaccia il veto sull'accordo Brexit per i diritti di pesca, rischio No Deal

  • Macelli addio? Per la prima volta nei piatti arriva la carne creata in laboratorio

  • La cannabis non uccide: l'Onu la rimuove dalle sostanze pericolose. Putin e Orban contrari

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento