rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Acquisti sicuri

La carne congelata è sicura? Bruxelles pensa a regole comuni

Nell'Ue non esistono norme omogenee su quando sia opportuno togliere dal mercato questi prodotti. Secondo la Croazia sono necessarie a garantire consumatori e allevatori europei

Qual è il momento giusto per togliere dal mercato i prodotti congelati, in particolare la carne? Nei Paesi europei non esistono in questa materia norme comuni e si sta pensando di legiferare in materia, al fine di aumentare la competitività degli allevatori europei. Il mercato della carne si trova ad affrontare diverse sfide, come la peste suina africana o l'influenza aviaria. Ad incidere ci sono poi le spinte verso diete che prevedono un consumo inferiore di proteine animali, infine la competitività dei prodotti agroalimentari provenienti da Paesi esterni al blocco europeo, che potrebbe acuirsi se venisse ratificato il trattato Mercosur.

Per questa ragione il ministro dell'Agricoltura della Croazia presenterà nel corso del consiglio AgriFish una proposta relativa alla qualità dei prodotti di origine animale, sia freschi che congelati. La Repubblica balcanica ha analizzato come da tempo tra i consumatori sia diffusa la preoccupazione riguardo la durata di conservazione dei prodotti di origine animale congelati. Al momento gli operatori del settore alimentare valutano autonomamente alcuni criteri di sicurezza e qualità degli alimenti. In questo modo confermano che il prodotto mantiene il livello di sicurezza richiesto. Non esiste però una prassi uniforme sul mercato comune europeo per quanto riguarda la durata massima di conservazione dei prodotti surgelati.

Gli Stati membri stabiliscono quindi raccomandazioni non vincolanti per gli operatori del settore alimentare. "Questa prassi disomogenea porta ad approcci diversi da parte degli operatori, comprese le catene di vendita al dettaglio" si legge nel documento di presentazione della questione. "Esistono inoltre dubbi giuridici tra le autorità competenti degli Stati membri in merito alle modalità di determinazione dei termini massimi a livello nazionale, dopo i quali i prodotti surgelati devono essere ritirati dal mercato", specifica il documento. Secondo la Croazia sarebbe essenziale disporre di regole vincolanti che si applichino a tutti i prodotti immessi nel mercato comune dell'Ue. In questo modo, sostiene il Paese balcanico, i consumatori avrebbero accesso ad informazioni complete ed esaurienti sui prodotti alimentari che hanno acquistato.

Nella proposta si fa riferimento anche a "soluzioni digitali nuove" in grado a informare gli acquirenti, in maniera facile e conveniente per tutti gli attori della filiera. Il Parlamento croato ha proposto di recente alla Commissione europea di intraprendere attività per regolamentare la questione della durata di conservazione della carne congelata. "In questo modo, la posizione e la competitività dei consumatori agricoli europei verrebbero rafforzate, poiché la immissione sul mercato di prodotti che sono stati congelati per lungo tempo nei negozi europei verrebbe ridotta", si afferma nel documento, con riferimento implicito anche a prodotti provenienti da Paesi terzi. I ministri dell'Agricoltura degli Stati membri, inclusi l'italiano Francesco Lollobrigida, ne discuteranno nel corso dell'imminente vertice fissato per il 30 maggio a Bruxelles.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La carne congelata è sicura? Bruxelles pensa a regole comuni

AgriFoodToday è in caricamento