Zucchero, il nuovo mega-impianto "etiope-cinese" spaventa l'Italia

Da sola, la produzione del Paese africano rappresenterà un quinto di quella dell'intera Unione europea

Un grande zuccherificio con una capacità produttiva di 8.000-10.000 quintali di zucchero al giorno. E' la raffineria Omo Kuraz III appena inaugurata in Etiopia e realizzata grazie un prestito da 290 milioni di dollari di una banca cinese. Un mega impianto che preoccupa l'Italia e l'Europa, alle prese con il calo dei prezzi dello zucchero.

Secondo l’agenzia di stampa ENA, la nuova raffineria etiope genererà circa 14.500 posti di lavoro e risponderà alla domanda del mercato mondiale di zucchero bianco e greggio e di altri derivati. L’attuazione di questo progetto ha anche permesso la costruzione di diverse infrastrutture dedicate alla salute, all’istruzione e all’approvvigionamento di acqua potabile nella regione. La costruzione di questa nuova raffineria, l’ottava in Etiopia, rientra nella strategia del governo per raggiungere l’obiettivo di 4,9 milioni di tonnellate di zucchero entro il 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se l'Etiopia cresce, l'Ue fa i conti con una contrazione dei pressi del 26 per cento. E questo nonostante nella campagna 2017-2018, la produzione di zucchero nella Ue abbia raggiunto il livello record di 21,1 milioni di tonnellate. “Senza interventi urgenti, è a rischio la stabilità finanziaria delle imprese agricole e il futuro del settore nell’Unione”, sottolinea il presidente della Confagricoltura, Massimiliano Giansanti. Il problema è che “nonostante il previsto calo della produzione europea – ha sottolineato Giansanti – non sono in vista aumenti dal lato dei prezzi, a causa dell’elevato livello (circa 8 milioni di tonnellate) delle giacenze a livello mondiale”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buone notizie per la frutta italiana: la vespa samurai sta uccidendo la cimice asiatica

  • Birra e patatine a rischio per il clima, il Belgio in allarme

  • Vuoi aiutare la natura anche da morto? Ecco la bara di funghi per fertilizzare la terra

  • Londra vieta i gruppi di più di sei persone, ma non se si va a caccia

  • Il governo polacco collassa sulla legge per vietare gli allevamenti di animali da pelliccia

  • L'Italia e altri sei Paesi Ue fanno blocco contro il Nutriscore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento