Ferragosto, un successo per gli agriturismi italiani “+7% rispetto al 2018”

450mila persone trascorreranno la festività estiva in strutture alberghiere e di ristorazione in campagna che offrono prodotti tipici locali. Per Coldiretti vince “l’opportunità di conciliare la buona tavola con la possibilità di stare all’aria aperta”

Sono circa 450mila i turisti e vacanzieri che in Italia hanno scelto di trascorrere il Ferragosto in agriturismo per approfittare del relax in campagna e dei prodotti tipici locali. È quanto stima la Coldiretti sulla base delle indicazioni di Campagna Amica. Un dato che evidenzia un sostanziale aumento del 7% rispetto all'anno precedente. “A far scegliere l’agriturismo rispetto alle altre forme di ristorazione è certamente – sottolinea la Coldiretti – l’opportunità di conciliare la buona tavola con la possibilità di stare all’aria aperta avvalendosi anche delle comodità e dei servizi offerti”.

Non solo cucina, ma anche sport e cultura

Oltre alla cucina di qualità, sono sempre più numerosi gli agriturismi che offrono attività ricreative come l’equitazione, il tiro con l’arco e il trekking, anche se non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici. 

Gli agriturismi in Italia

“L’Italia – sottolinea la Coldiretti – può contare su una offerta capillare diffusa lungo tutta la penisola con oltre 23mila aziende agricole autorizzate all’esercizio dell’agriturismo che sono in grado di offrire un potenziale di più di 253mila posti letto e quasi 442 mila coperti per il ristoro, oltre a 11.700 piazzole per l’agricampeggio e a oltre 1500 attività di fattoria didattica per i più piccoli”.

La varietà dell'offerta

“Molte aziende agrituristiche quindi – conclude la Coldiretti – si sono attrezzate con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper”. Strutture e accorgimenti messi a disposizione per venire incontro alle esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patatine fritte, l'Ue va alla guerra (commerciale) con la Colombia

  • Tanto lavoro, pochi migranti: il decreto flussi non funziona. M5s: "Va rivisto"

  • L'Efsa contro la strage dei pulcini: sostenere le innovazioni per evitarla

  • "Basta a salse con derivati dal petrolio al posto del tartufo"

  • Basta sprechi, ecco le 10 mosse per ridurre il cibo che finisce in spazzatura

  • Mangi poche verdure? “Colpa” di un gene

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento