menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ansa  EPA/JEROME FAVRE

Ansa EPA/JEROME FAVRE

Aumenta la produzione di fiori e piante ed è record esportazioni

L'Italia è tra i maggiori produttori europei insieme ad Olanda, Francia e Germania

Sono in crescita sia la produzione che l'export di piante e fiori in Italia con un mercato che è stato stimato per il 2017 a 2,54 miliardi di euro, corrispondente al 4,6% della produzione agricola italiana a prezzi di base. La produzione cresce del 3,6%, trainata dalle piante in vaso (+3,4%) e dal vivaismo (+3,8%), mentre le esportazioni hanno registrato, sempre secondo i dati riferiti al 2017, un aumento medio del 10% toccando il record storico di 822 milioni di euro di vendite all'estero. Anche l'inizio del 2018 ha confermato questo trend: a gennaio le esportazioni sono cresciute del 21,5%.

Lo rileva l'Annuario dell'agricoltura italiana a cura di Crea (Consiglio per l'agricoltura e l'analisi dell'economia agraria), i cui dati sono stati presentati in occasione della presentazione della fiera Myplant (20-22 febbraio, Fiera Milano Rho). Tra le regioni del Bel Paese che hanno il maggior valore produttivo nel settore, spiccano per il vivaismo Toscana, Lombardia e Sicilia, rispettivamente ai primi tre posti della classifica. Per il mercato di piante e fiori, medaglia d'oro alla Liguria, seguita da Sicilia e Campania.

Secondo i dati dell'Annuario, nel 2017 la produzione mondiale florovivaistica ha sfiorato i 65.000 milioni di euro, il 55% dei quali è rappresentato dalla produzione di fiori e piante in vaso (circa 300.000 imprese, su 650.000 ettari) e per il 45% dall'attività vivaistica (circa 77.000 aziende, su 1.110.000 ettari). Marginale il mercato dei bulbi (localizzato soprattutto in Olanda). La superficie complessiva è di 1.800.000 ettari, e le imprese coinvolte sono quasi 380.000. Il primato produttivo continentale va a Olanda, Italia, Francia e Germania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento