rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Fast food

Dalla cipolla di Tropea alla mela altoatesina, McDonald's punta sui prodotti Dop e Igp

La multinazionale del fast food presenta i suoi nuovi panini. E rafforza gli accordi con i consorzi italiani: "Portiamo al grande pubblico i prodotti di eccellenza del made in Italy"

Esaltare e portare al grande pubblico i prodotti di eccellenza del made in Italy: è l'obiettivo su cui McDonald's lavora ormai da 14 anni e che la multinazionale del fast food ha rilanciato rafforzando le sue partnership con i consorzi che gestiscono alcuni dei prodotti Igp e Dop del patrimonio agroalimentare italiano, dalla cipolla di Tropea alla mela dell'Alto Adige, passando dall'Asiago, il Montasio e l'Aceto balsamico di Modena. Sono questi i protagonisti dei panini di My Selection, la linea di ricette realizzate a quattro mani da McDonald’s e Joe Bastianich e che, nella sua prima edizione, ha fatto registrare ben 65 milioni di sandwich venuti nel Belpaese. 

Numeri niente male, che hanno spinto McDonald's a rilanciare la sua strategia commerciale con i consorzi di tutela e i produttori locali, "che dura da 14 anni e che ha visto a oggi coinvolti nel menu della catena 16 prodotti certificati tra i più famosi delle nostre eccellenze agroalimentari per un totale di quasi 3.500 tonnellate di materia prima e circa 40 ricette", si legge in una nota. Il tutto "grazie anche alla partnership con la Fondazione Qualivita che da oltre 20 anni si occupa della valorizzazione dei prodotti a indicazione geografica, e con il supporto di Origin Italia, l’associazione che riunisce 70 consorzi di tutela". 

I protagonisti di My Selection 2022, che saranno "disponibili in tutti i 630 ristoranti McDonald’s d’Italia", sono tre: "My Selection Chicken Asiago DOP, con il famoso formaggio veneto, petto di pollo italiano e salsa con olive taggiasche liguri; My Selection Montasio DOP & Pancetta, con Montasio panato, carne bovina 100% italiana, pancetta italiana e una speciale salsa alla Mela Alto Adige IGP; infine, l’immancabile My Selection BBQ, ormai un classico dell’assortimento caratterizzato dalla salsa BBQ con Aceto Balsamico di Modena IGP e Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP", annuncia la multinazionale.

McDonald's tiene anche a snocciolare i dati sulla sua filiera di qualità: "Per la nuova edizione di My Selection - si legge sempre nel comunicato - verranno acquistate circa 650 tonnellate di ingredienti tipici, DOP o IGP; in particolare, 111 tonnellate di Asiago DOP, 400 tonnellate di Montasio DOP, 14 tonnellate di purea di Mela Alto Adige IGP, 42 di Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP, 14 di Aceto Balsamico di Modena IGP, 5 tonnellate di olive taggiasche liguri e 64 di pancetta italiana". 

Per Dario Baroni, ad di McDonald's Italia, i consorzi sono "soggetti importantissimi non solo per diffondere la conoscenza delle eccellenze agroalimentari, ma anche per favorire e promuovere la sostenibilità delle filiere del food". “Siamo estremamente orgogliosi di riconfermare il nostro ruolo accanto" a queste organizzazioni, un ruolo "duplice", spiega sempre Baroni: "Da un lato, rendere accessibili a tantissime persone prodotti che spesso sono conosciuti solo nei territori da cui provengono. Dall’altro, funzionare come anello di congiunzione tra la filiera e il consumatore finale, consentendo un dialogo tra produzione e grande pubblico”, conclude. 

“Una sinergia che dura da 14 anni quella fra Qualivita e McDonald’s – aggiunge Mauro Rosati, direttore della Fondazione Qualivita - che ha sempre messo al centro qualità ed esatta informazione al consumatore, attraverso un corretto utilizzo dei prodotti italiani DOP IGP e una positiva collaborazione con i Consorzi di Tutela. My Selection rappresenta una modalità sicuramente vincente per apprezzare e diffondere le eccellenze italiane.”

“I Consorzi di Tutela sono un importante veicolo per lo sviluppo delle filiere di qualità italiane - afferma Cesare Baldrighi, presidente di Origin Italia - Il loro coinvolgimento diretto da parte di McDonald’s nella valorizzazione di ingredienti DOP IGP attraverso iniziative come quella di My Selection è indice di un modus operandi che garantisce sia le imprese che i consumatori. Auspico che grazie a questa esperienza possano svilupparsi progetti analoghi anche all’estero.” 

McDonald’s ricorda, infine, il "percorso di italianità che l’azienda intraprende ormai da diverso tempo e grazie al quale oggi l’85% dei suoi fornitori ha sede in Italia. Numeri rilevanti anche in termini di investimento nel settore agroalimentare del Paese, con l’acquisto di 94mila tonnellate di prodotti italiani ogni anno, pari a un valore di circa 200 milioni di euro", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla cipolla di Tropea alla mela altoatesina, McDonald's punta sui prodotti Dop e Igp

AgriFoodToday è in caricamento