menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pac, la Coldiretti: sia votata dal prossimo Parlamento europeo

Il presidente Prandini: “È necessario che il nostro Paese si batta contro ulteriori tagli nel nuovo bilancio europeo a carico della Politica agricola”

Con tredicimila emendamenti alla proposta della Commissione, per consentire una discussione adeguata è necessario che a votare la riforma della Politica Agricola Comune (Pac) sia il nuovo Parlamento europeo che uscirà dalle urne a maggio 2019. Lo chiede il presidente della Coldiretti Ettore Prandini che sottolinea sottolinea la necessità che l’attuale Assemblea crei ora i presupposti affinché le risorse assegnate al settore non subiscano riduzioni a causa della brexit. Un appuntamento elettorale strategico per l’agroalimentare Made in Italy che richiede, sostiene Prandini, anche una responsabilizzazione di partiti e movimenti nel scegliere la migliore classe dirigente per la difesa degli interessi del Paese. L’agroalimentare che è diventato una risorsa strategica del made in Italy è infatti anche l’unico settore che dipende integralmente da Bruxelles per le scelte politiche e le risorse disponibili.

È necessario che il nostro Paese si batta contro ulteriori tagli nel nuovo bilancio europeo a carico della Politica agricola comune (Pac) che aggraverebbe la condizione di pagatore netto del nostro Paese” denuncia il presidente della Coldiretti nel sottolineare che a pagare il conto della Brexit non deve essere l’agricoltura che è un settore chiave per vincere le nuove sfide che l’Unione deve affrontare, dai cambiamenti climatici all’immigrazione alla sicurezza. C’è l’esigenza di “riequilibrare” invece la spesa facendo in modo – spiega Prandini - che la Pac possa recuperare con forza anche il suo antico ruolo di sostegno ai redditi e all’occupazione agricola per salvaguardare un settore strategico per la sicurezza e la sovranità alimentare della Ue e per contribuire alla crescita dell’intera economia europea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento