Salvini minaccia l’Ue: con tagli all’agricoltura non firmeremo il bilancio

Il vicepremier: "Il settore per troppo tempo è stato sacrificato in nome del mercato delle auto, di quello bancario e dell'energia"

ANSA/MASSIMO PERCOSSI

L’Italia si opporrà in ogni modo a eventuali tagli all’agricoltura italiana nella prossima pac, anche rifiutandosi di approvare il prossimo bilancio pluriennale dell’Ue. Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini all'inaugurazione del villaggio della Coldiretti a Roma. "L'Ue sta predisponendo il bilancio per i prossimi 7 anni e c'è a rischio un taglio di 3 miliardi per gli agricoltori. Sappiano a Bruxelles che non firmeremo mai un bilancio che toglie anche un euro all'agricoltura italiana. I tagli se li possono infilare nel taschino della giacca", ha affermato il leader della Lega lamentando che in questi anni "l'agricoltura è stata sacrificata in nome del mercato delle auto, di quello bancario e dell'energia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

No ad accordi commerciali che danneggiano l'Italia

"Lo spread mi sta a cuore, perché interessa i mutui e risparmi dei cittadini italiani - ha aggiunto - ma prima ancora mi sta a cuore l'agricoltura italiana: se muore una stalla muore l'identità e la tradizione". Salvini è poi tornato a criticare accordi commerciali che danneggerebbero l'Italia. "Il falso Made in Italy ci costa 60 miliardi. Il 'Parmesan' e la 'Mozzarilla' Juncker la dia da mangiare ai suoi figli. Non firmeremo alcun accordo commerciale con alcun Paese che danneggi l'agricoltura italiana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 400 anni dall'estinzione nel Regno Unito torneranno i castori

  • Bellanova: Giusto che il bonus ristorazione vada solo a chi acquista Made in Italy

  • Industria dello champagne in ginocchio: "Crisi peggio della Grande Depressione"

  • Controlli sul falso miele, in oltre l'8% dei casi trovati prodotti contraffatti

  • Estate da record per le tartarughe, boom di nidi di caretta caretta

  • Agrumi infetti da Sud America e Cina, 7 casi intercettati prima dell'ingresso in Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento