menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dall'Ue ok al rinnovo dell'autorizzazione al verderame

I Paesi europei, tra cui l'Italia, a favore dell'uso del fungicida usato per l'agricooltura biologica e in particolare per le viti. A settembre, uno studio aveva denunciato la sua possibile tossicità

Ok dei Paesi europei al rinnovo dell'autorizzazione a livello Ue per l'uso in agricoltura dei composti del rame, come poltiglia bordolese e verderame. Il regolamento è stato approvato a larga maggioranza dagli Stati membri, Italia inclusa, e prevede l'autorizzazione per l'applicazione di massimo 28 chili l'ettaro in sette anni, vale a dire 4 chili l'ettaro per anno (invece degli attuali 6) con flessibilità da un anno all'altro.

Fungicidi essenziali per l'agricoltura biologica, scrive l'Ansa, in particolare la viticoltura in cui non possono essere utilizzate sostanze di sintesi in alternativa, i composti del rame dal 2015 sono "candidati alla sostituzione" nel quadro delle regole Ue sui chimici, per le caratteristiche di persistenza, bioaccumulo e tossicità. A settembre, pero', uno studio dell'Agenzia europea per la sicurezza alimentare aveva sollevato dubbi sui rischi per l'uomo: secondo alcuni studi, infatti, il verderame sarebbe tossico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento