I giovani agricoltori europei chiedono di raddoppiare gli aiuti nella Pac

Il Ceja: “Fondamentale mostrare più ambizione o l'obiettivo di rinnovamento generazionale non sarà raggiunto”

Se si vuole un ricambio generazionale nell'agricoltura e che i giovani tornino a coltivare la terra l'Europa deve aiutarli raddoppiando gli aiuti Pac per gli agricoltori giovani. Lo chiede il Ceja, il Consiglio giovani agricoltori europei, agli eurodeputati che stanno esaminando i regolamenti della futura politica agricola comune.

"Pur apprezzando il sostegno ai giovani agricoltori espresso da tutti è fondamentale mostrare più ambizione o l'obiettivo di rinnovamento generazionale nella futura Pac non sarà raggiunto”, ha dichiarato il segretario dell'organizzazione Jannes Maes secondo cui “i deputati hanno la responsabilità di aiutare i giovani a costruire il loro futuro in agricoltura. Ricevere un reddito decente è fondamentale perché ciò avvenga".

La proposta di riforma della Politica agricola comune della Commissione europea prevede che il 2% dell'ammontare degli aiuti diretti sia destinato a giovani agricoltori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • I prodotti integrali riducono fino a un quarto il rischio di mortalità

  • “Un anno dopo l’incidente dove morirono migliaia di pecore la Romania continua a violare le regole Ue”

  • Corte Ue sancisce la "libera circolazione" del cannabidiolo

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento