menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basta gettare cibo, un'app indica dove comprare per non sprecare (e risparmiare)

Sullo smartphone tutte le offerte dei punti vendita più vicini che offrono prodotti che rischiano di rimanere invenduti, poiché prossimi alla scadenza o con difetti estetici, ma perfettamente buoni

Ogni anno nel mondo 1,3 miliardi di tonnellate di cibo finiscono nella spazzatura. Nello stesso periodo solo in Italia si getta l'equivalente di 145 chili per ogni abitante. Per evitare tutto questo spreco la tecnologia puà essere d'aiuto, specialmente quella a portata di mano che possiamo utilizzare comodamente con i nostro smarphone. Con questo intento è nata Ecofood Prime, una applicazione presentata a Palermo, nell'ambito della manifestazione Expocook, dai suoi ideatori Martina Emanuele e Giuseppe Blanca.

Ecofood Prime ha un meccanismo molto semplice: attraverso l'ecoshop sullo smartphone, l'utente riceve le offerte dei punti vendita più vicini che sfruttano la piattaforma per offrire cibi e prodotti alimentari che rischiano di rimanere invenduti, poiché prossimi alla scadenza, in eccedenza o con difetti estetici, ma ancora perfettamente buoni per il consumo. Cibi e prodotti possono quindi essere acquistati a prezzi vantaggiosi con benefit per entrambe le parti: da un lato il consumatore risparmia sull'acquisto, dall'altro l'esercente recupera almeno il costo d'acquisto ed evita lo smaltimento dell'invenduto. Nella piattaforma è poi presente un elenco di associazioni e soggetti attivi nel volontariato per la ridistribuzione del cibo ai più bisognosi.

Chiunque in questo modo può trovare subito e facilmente un soggetto a cui donare cibo. Inoltre Ecofood Prime fa da "food organizer", cioè tiene memoria della data di scadenza dei cibi e invia notifiche temporizzate per evitare le classiche dimenticanze all'ordine del giorno. E infine una funzione social permette di condividere il proprio "frigo virtuale" mettendo a disposizione dei propri contatti sui social network i cibi che si vogliono donare o usare per fantasiose ricette antispreco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento