menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Covid cambia le abitudini dei consumi, in Belgio arriva il primo supermercato solo online

In alcune catene tradizionali gli acquisti su internet sono triplicati rispetto al 2019 con le aziende che fanno sempre più affidamento sul delivery. E c'è chi ha pensato di eliminare del tutto scaffali e carrelli

Con la pandemia di coronavirus e le misure restrittive imposte per combatterla, le nostre abitudini sono cambiate radicalmente. Con molte attività che hanno dovuto chiudere per lunghi periodi gli acquisti si sono spostati in gran parte online, anche quelli agroalimentari. Ma non solo gli acquisti di cibo da ristoranti e bar, in tanti hanno cominciato a fare la spesa su internet e la cosa sembra così popolare che in Belgio addirittura sta per nascere il primo supermercato totalmente virtuale.

Con più di 3.500 tra mini-mercati, supermercati e ipermercati, queste attività sono onnipresenti nel Paese e hanno riscontrato una massiccia impennata della domanda online anche per i prodotti alimentari. Da Carrefour, per esempio, lo shopping su internet è triplicato l'anno scorso rispetto al 2019. Il balzo in avanti, seppur minore, ma si nota anche nella altre due grandi catene locali: Delhaize e Colruyt. Come riferisce il quotidiano locale L'Echo per far fronte alla domanda di ordini online i rivenditori hanno dovuto espandere i loro sistemi di consegna. Carrefour ha collaborato con UberEats a Liegi e Bruxelles, oltre ad avviare il proprio servizio "ShipTo" per la consegna veloce in cargo bike a Bruxelles, Anversa, Liegi e Gand. Più cautamente, Colruyt ha lanciato due progetti pilota: una rete di fattorini istituita secondo i principi dell'economia collaborativa, lanciata ad Hal ed estesa a Gand e Bruges, e la consegna a domicilio nella zona est di Bruxelles e dintorni.

E adesso entro la fine di marzo sarà lanciato anche Hopr (acronimo di Home Delivery Shopper), il primo supermercato online belga. Il progetto doveva essere lanciato l'anno scorso da Stijn Martens, un ex direttore di marketing del fornitore di telecomunicazioni Mobile Viking, ma è stato ritardato di alcuni mesi a causa dei problemi legati al coronavirus, ma anche per difficoltà degli azionisti. Le difficoltà legate alla pandemia si sono poi trasformate in opportunità, visto che il trend degli acquisti online fa ben sperare che l'iniziativa possa diventare un successo. Al momento è ancora un segreto dove sarà lanciato il primo supermercato online, ma a quanto parè sarà in una città fiamminga, probabilmente Hasselt, Leuven o Mechelen.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento