La Commissione chiede agli Stati di investire nell'agricoltura Smart

I produttori europei: “La digitalizzazione del settore è uno dei driver per rendere l'agricoltura più competitiva, ecologica ed economicamente sostenibile”

La necessità di adeguare la nostra società alle nuove tecnologie riguarda anche il settore agricolo. Per questo la Commissione europea ha inviato agli Stati membri la bozza di una dichiarazione dal titolo "Un futuro digitale intelligente e sostenibile per l'agricoltura e le aree rurali europee" in cui sottolinea “l'urgenza” di accelerare l'introduzione di nuove tecnologie per affrontare le nuove sfide del settore.

“Tecnologie come Intelligenza Artificiale, Robotica, Blockchain, Internet delle cose, High Performance Computing e banda larga veloce, incluso il 5G, stanno già causando profonde trasformazioni nelle nostre economie e società e saranno particolarmente critiche per l'agricoltura intelligente", si legge nel documento.

"La bozza di dichiarazione è l'occasione per un chiaro impegno da parte degli stati membri dell'Ue in quella direzione", ha dichiarato ad Euractv Jerome Bandry, segretario generale della CEMA, l'associazione commerciale europea che rappresenta i produttori di macchine agricole. "La Commissione europea ha posto l'accesso agli strumenti dell'agricoltura digitale in cima alla sua agenda per la futura Pac. Speriamo che gli obiettivi strategici orizzontali, come la digitalizzazione del settore agroalimentare, saranno mantenuti come uno dei driver per rendere l'agricoltura europea più competitiva, ecologica ed economicamente sostenibile", ha aggiunto Bandry.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grazie all'agricoltura di precisione o intelligente si possono ottimizzare gli interventi in un campo in base alle reali esigenze di raccolto che vengono calcolate usando tecnologie basate che incrociano vari tipi di dati, compresi quelli satellitari, il telerilevamento e Internet. In questo modo si può ottimizzare e ridurre l'uso di fertilizzanti, pesticidi e acqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La misteriosa malattia che sta uccidendo i kiwi italiani

  • È mandorle mania, da 5 anni in Europa l'ingrediente più usato nei nuovi prodotti alimentari

  • Londra vieta i gruppi di più di sei persone, ma non se si va a caccia

  • "Carne contaminata venduta sul mercato", l'allarme degli ispettori sanitari europei

  • La cannabis no, i grilli sì: il rischio Ue per i cibi alla canapa

  • Nuovi casi di peste suina in Germania, Cia: "Evitare contagio in Italia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento