L'hamburger vegano della Nestlè non potrà più essere "Incredible"

Un tribunale olandese ha stabilito che il nome non potrà essere utilizzato in Europa in quanto crea confusione rispetto a quello dell'azienda statunitense di cibo vegan "impossible"

L'incredible burger - foto Ansa EPA/JENS SCHLUETER

L'hamburger vegano della Nestlé non potrà più chiamarsi “Incredible”, incredibile e per questo la multinazionale svizzera lo ribattezzerà “Sensational”, sensazionale.

Il ricorso

La decisione è arrivata in seguito a una sentenza di un tribunale olandese che ha accolto il ricorso di un'azienda statunitense che affermava che il nome avrebbe portato a una confusione con il suo Impossible Burger che sta per sbarcare nell'Ue. I prodotti della ditta americana, denominata Impossible Foods, devono ancora entrare nei mercati europei, ma lo scorso ottobre è stata inoltrata una richiesta di autorizzazione all'autorità di sicurezza alimentare di Bruxelles, l'Efsa. Impossible Foods sta aspettando che i regolatori europei approvino alcuni ingredienti geneticamente modificati contenuti nel suo hamburger, in particolare la legemoglobina di soia, un lievito geneticamente modificato che conferisce ai suoi hamburger il sapore di carne.

Concorrenza sleale

La Nestlé aveva a sua volta lanciato il suo Incredible Burger in Europa nell'aprile 2019 con il marchio Garden Gourmet, la sua linea vegetariana. Ma la sentenza olandese ha osservato che Nestlé si era avvicinata alla Impossible per un possibile accordo di licenza o di partnership nell'estate del 2018 ma più tardi quell'anno aveva poi annunciato che avrebbe lanciato il proprio prodotto. Secondo la Corte la scelta del nome sarebbe stato quinti un tentato di frustrare l'ingresso di Impossible Foods nel mercato europeo offrendo i propri alimenti a base vegetale con un nome simile. "Siamo delusi da questa sentenza provvisoria in quanto riteniamo che chiunque debba essere in grado di utilizzare termini descrittivi come 'incredibile' che spiegano le qualità di un prodotto. Ovviamente ci atterremo a questa decisione, ma in parallelo presenteremo un ricorso", ha dichiarato la Nestlé in una nota.

Mercato in crescita

Il mercato dei prodotti vegetariani che sostituiscono le carni è in forte sviluppo e la concorrenza è in aumento, con marchi tra cui Beyond Meat, Moving Mountains, Meatless Farm e This che combattono per accaparrarsi sempre maggiori quote di mercato. Anche le grandi aziende alimentari sono entrate in questo mercato in crescita, oltre alla Nestlé anche la Unilever ha acquistato la Vegetarian Butcher per partecipare alla competizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • “Un anno dopo l’incidente dove morirono migliaia di pecore la Romania continua a violare le regole Ue”

  • Sulla riforma della Pac l'Ue chiede l'aiuto di Greta

  • "La metà dei campi agricoli Ue in mano al 3% delle aziende"

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento