Lunedì, 20 Settembre 2021
Innovazione

"Il Recovery Plan farà crescere l'agricoltura 4.0"

Il ministro D'Incà: "Grande opportunità per far ripartire l'economia con fondi che verranno dedicati ai giovani". Confagricoltura: "Servono strumenti concreti per internazionalizzare"

"Il Piano nazionale di ripresa e resilienza è una grande opportunità per far ripartire l'economia, con fondi che verranno dedicati all'agricoltura 4.0 e ai giovani". Lo ha assicurato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà, intervenendo in un incontro virtuale con i Giovani di Confagricoltura Veneto

Nel Pnrr, piano post pandemia che punta su riforme, digitalizzazione, taglio della burocrazia e accelerazione dei progetti per tornare a far crescere il Paese, i giovani agricoltori vedono l'occasione per immaginare l'agricoltura di domani. "Il nostro Paese ha bisogno di strumenti concreti per internazionalizzare . L'agricoltura 4.0, con le tecnologie di precisione e l'ottimizzazione delle filiere, sarà una leva strategica per l'agroalimentare italiano”, ha sostenuto Piergiovanni Ferrarese, presidente dei Giovani di Confagricoltura Veneto e Verona. “Molte nostre aziende esportano nel mondo eccellenze enogastronomiche e necessitano di strumenti di supporto”, ha aggiunto, sottolineando che “va migliorato l'Ice, l'agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese, così come va riorganizzata l'Agea, l'agenzia che eroga i fondi Ue agli agricoltori, senza dimenticare la digitalizzazione, che vede ancora molto arretrato il nostro Paese”.

Per il presidente poi “servirebbero anche interlocutori fissi: in pochi anni troppi ministri si sono susseguiti, rendendo spesso complicata la nostra attività di lobby". Il ministro D'Incà ha spiegato che il Pnrr in cinque anni si pone l'obiettivo di modernizzare il Paese e far crescere il Pil, uscendo da una crisi che ha evidenziato ritardi. "Alcune riforme sono in arrivo, a cominciare da quella fiscale che sta chiudendo il ciclo in commissione Finanze”, ha annunciato. “Ma stiamo lavorando con un timing serrato anche su altre riforme, a partire dalle semplificazioni, per raggiungere in tempi rapidi agli obiettivi e recuperare in questo modo le risorse in arrivo da Bruxelles", ha poi concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Recovery Plan farà crescere l'agricoltura 4.0"

AgriFoodToday è in caricamento