Giovedì, 23 Settembre 2021
Lavoro

Primo accordo post Brexit tra Regno Unito e Ue sugli stock di pesca

Stabilito il totale ammissibile di catture per 75 stock ittici condivisi per il 2021, nonché per alcuni stock di acque profonde fino al 2022

L'Unione europea e il Regno Unito hanno concluso i primi negoziati post-Brexit su un accordo di massima che fissa limiti di cattura per gli stock ittici gestiti congiuntamente per il 2021. L'intesa chiude le prime consultazioni annuali sulle possibilità di pesca tra Bruxelles e Londra ai sensi dell'accordo commerciale e di cooperazione raggiunto dopo il divorzio. L'accordo di massima sulla gestione dei principali stock condivisi garantisce i diritti di pesca delle flotte dell'Ue e del Regno Unito sia nelle acque dell'Ue che britanniche fino alla fine di qust'anno.

L'intesa stabilisce il totale ammissibile di catture per 75 stock ittici condivisi per il 2021, nonché per alcuni stock di acque profonde per il 2021 e il 2022. Fornisce inoltre chiarezza sui limiti di accesso per le specie fuori quota. La firma dell'accordo, prevista nei prossimi giorni, consentirà inoltre a entrambe le parti di impegnarsi in scambi di quote. "L'accordo raggiunto fornisce prevedibilità e continuità per le nostre flotte con soglie definitive per il resto dell'anno. Ciò è positivo per i pescatori, per le nostre comunità costiere e per i nostri porti, nonché per l'uso sostenibile delle nostre risorse marine”, ha rivendicato il commissario per l'Ambiente, gli oceani e la pesca, Virginijus Sinkevicius, secondo cui “ciò dimostra anche che due partner su entrambi i lati della Manica possono trovare accordi e andare avanti se lavorano insieme".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo accordo post Brexit tra Regno Unito e Ue sugli stock di pesca

AgriFoodToday è in caricamento