Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con i fondi Ue ho rilanciato l'azienda agricola di mio nonno"

La storia di Andrea Degli Esposti. Che ha "sfidato" la burocrazia ottendendo 7 finanziamenti in 10 anni. E aprendo un agriturismo

 

L'azienda agricola "La Martina" si trova a Monghidoro, nel Bolognese, e nasce quando, nel 2008, Andrea Degli Esposti decide di trasferirsi in montagna per prendere le redini di quella che era l'attività di suo nonno. Piano piano e grazie ai finanziamenti Ue, riavvia le attività, cui aggiunge l'apertura di un agriturismo (inaugurato nel 2013). L'agriturismo sorge all'interno di un borgo antico del 1700, nel cuore dell'appennino tosco-emiliano, oggi rinato dopo i lavori di ristrutturazione dell'azienda-agriturismo. 

Per quel che riguarda la produzione agricola, La Martina possiede 70 ettari coltivati con metodo biologico, di cui 25 dedicati alla coltivazione di cereali come grano tenero, orzo e farro. Oltre al foraggio per le mucche e i cavalli. Dall'altro lato, sul borgo settecentesco, c'è un castagneto di oltre 4 ettari che permette a La Martina di produrre in media 25 quintali di marroni l'anno. 

Grazie ai finanziamenti Ue, parallelamente ad altri bandi locali, Andrea è riuscito anche a installare due impianti fotovoltaici e una caldaia a cippato, che permettono di alimentare tutta la borgata. Sette finanziamenti in cinque anni, insomma, e per il futuro Andrea si augura che l'accesso ai fondi possa essere più facile. Magari eliminando qualche passaggio burocratico di troppo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento