Alla Biopanetteria, dove il pane è d'alta quota

I cereali coltivati a 1.700 metri con tecniche rigorosamente biologiche. E nel nome della sostenibilità

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Sebastiano Perrotta e Laura Poletti aprendo la Biopanetteria hanno realizzato un sogno, quello di produrre pane con tecniche biologiche e ad alta quota. Si occupano direttamente dell'intero ciclo di produzione del prodotto: coltivazione della segale e del frumento, macitunatura della farina, produzione del pane e distribuzione del prodotto in Valle d'Aosta. Tutto ciò lo fanno con uno sguardo attento alla sostenibilità ambientale: l'energia elettrica che utilizzano in azienda la producono attraverso l'impianto fotovoltaico che hanno montato sul tetto della struttura.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Le Storie

    "Mezzo ettaro e un finanziamento Ue, così sono diventato imprenditore di vini e liquori"

  • Le Storie

    Dalle erbe coltivate in alta quota nascono i cosmetici di montagna

  • Infografiche

    La Pac al servizio dei giovani

  • AgroTools

    "Pac promuova le aziende agricole di piccole e medie dimensioni"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento