“Vale la pena”, la birra artigianale che sa di libertà

A Roma, un pub e un birrificio danno un'altra opportunità ai detenuti. Ecco come

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Responsabilizzare i detenuti per contrastare la recidiva. “Vale la pena” è prima un progetto di formazione e di reinserimento sociale, poi un birrificio di birra artigianale e infine un pub e un negozio di economia carceraria. Paolo Strano, socio e ideatore del progetto ci racconta il percorso di reinserimento sociale dei detenuti attraverso la passione per la birra artigianale.

Potrebbe Interessarti

  • Nel fiume "dimenticato" di Palermo crescono nespole e banane

  • Il contadino che condivide la terra con i suoi clienti. E che vuole riportare in vita il "Popone"

  • "Per non fuggire dalla Sicilia, abbiamo creato un'azienda agricola", la scommessa di 4 fratelli

  • Frutta, verdura e latte gratis nelle scuole: come l'Ue combatte l'obesità

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento