rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Newsletter

I falsi miti di Farm to fork. E la battaglia contro gli spot sulle caramelle

La newsletter con le notizie e gli approfondimenti dei giornalisti di AgriFoodToday. Dai campi ai tavoli dell'Unione europea

Pac e dintorni

I FALSI MITI SU FARM TO FORK (SECONDO I GREENS) - Il Parlamento europeo ha votato la sua posizione sull'ambiziosa strategia Farm to Fork della Commissione europea che vuole portare l'Europa verso un modello agroalimentare radicalmente nuovo attraverso, tra le altre cose, il dimezzamento dell'uso di pesticidi, la drastica riduzione dei fertilizzanti e la coltivazione di almeno il 25% dei terreni agricoli europei con il metodo biologico. Contro questa strategia si è schierato un fronte diversificato di organizzazioni dell'agrifood e di lobby legate in qualche modo al settore, capeggiate in particolare dal Copa-Cogeca, l'associazione europea dell'agroalimentare. Favorevoli, invece, le lobby ecologiste. Il gruppo parlamentare dei Greens in un documento ribalta le tesi di chi vede nel piano della Commissione sull'agricoltura un rischio per la sovranità alimentare e l'occupazione del settore.  Per saperne di più

Innovazione

CHI RINNOVA LA PASTA - La pasta non è solo quella di semola di grano duro. Da tempo in Italia fioccano spaghetti e pennette alternativi, da quelli di riso a quelli di legumi. Noi vi raccontiamo come nascono due tipologie di pasta molto speciali: quella alla canapa e quella con farro e carciofo. Per saperne di più

Ambiente

LA FAME DI SOIA CHE UCCIDE L'AMAZONIA - La deforestazione dell'Amazonia, in Brasile, prosegue senza sosta. E l'Italia è tra i suoi carnefici, stando a quanto denuncia una nuova inchiesta di Greenpeace. Il nostro Paese, infatti, è tra i principali importatori della soia, la cui produzione, insieme a quella della carne, è considerata tra le cause della distruzione delle foreste brasiliane.. Per saperne di più

Salute

BASTA SPOT PRO-OBESITÀ - Stop alle pubblicità con cibo spazzatura quando i bambini sono davanti allo schermo. Il Governo spagnolo ha deciso di vietare gli spot su prodotti alimentari considerati “malsani” nelle fasce orarie in cui i minori guardano la Tv o ascoltano la radio, ma anche sulle pagine web o sulle app accessibili ai più giovani. I cibi finiti sulla lista nera di Madrid vanno dal cioccolato alle caramelle, dai biscotti ai dessert, passando per succhi e gelati. Per saperne di più

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I falsi miti di Farm to fork. E la battaglia contro gli spot sulle caramelle

AgriFoodToday è in caricamento