menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ansa EPA/ERIK S. LESSER

Ansa EPA/ERIK S. LESSER

Il bacon è cancerogeno, una coalizione di scienziati lancia l'allarme

Secondo gli studi nel Regno Unito i nitriti presenti nelle carni lavorare causerebbero oltre 6mila tumori all'intestino ogni anno

Le carni lavorate, come il bacon, possono causare il cancro. A lanciare l'allarme una coalizione di scienziati e politici del Regno Unito che sottolinea che i nitriti usati in questi alimenti producono agenti cancerogeni chiamati nitrosammine quando ingeriti. Secondo la coalizione guidata dal dottor Chris Elliott, lo scienziato che ha condotto le indagini sullo scandalo della carne di cavallo per conto del governo, ci sono le prove che il consumo di carni trasformate contenenti nitriti come il bacon provochi 6.600 casi di cancro all'intestino ogni anno nel Paese, un numero quattro volte superiore a quello delle morti sulle strade. "La resa dei conti per coloro che contendono i fatti incontrovertibili non può essere ritardata oltre. L'industria della carne deve agire in fretta, agire subito, o essere condannata a un colpo alla reputazione simile a quello che ha ricevuto l'industria del tabacco", ha dichiarato Aseem Malhotra, cardiologo e anche lui alla testa della coalizione.

Secondo gli studiosi "non si fa abbastanza per aumentare la consapevolezza dei rischi per la salute collegati ai nitriti nelle nostre carni lavorate”, e questa mancanza è “in netto contrasto con le avvertenze che si pubblicano in merito agli alimenti zuccherini o grassi". Nel 2015 l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato prove che collegavano le carni lavorate a 34mila casi di cancro del colon-retto in tutto il mondo ogni anno e identificavano come probabile causa nitriti e nitrosammine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento