rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Notizie

Una bimba ha rischiato la vita perché i genitori le hanno imposto una dieta vegana

È accaduto in Svezia, la piccola di 18 mesi, a cui veniva dato quasi solo latte materno, riso e patate, è stata portata in ospedale in stato di denutrizione. La coppia è stata condannata a 3 mesi di prigione

Avevano deciso di crescere la loro figlia con una dieta vegana e alla piccola, di soli 18 mesi, davano quasi soltanto latte materno, riso e patate. Ma la bambina è finita in ospedale in uno stato di quasi denutrizione. È accaduto in Svezia dove due genitori sono stati condannati a tre mesi e a pagare circa 5mila e 600 euro di danni alla figlia per "grave negligenza”, e per aver messo la bambina “in una situazione di pericolo di vita”.

"Non volevano farle del male"

Come racconta il giornate The Local, che ha letto la sentenza, il giudice della corte di Göteborg, Per Nordén, ha stabilito che anche se i genitori "non hanno fatto del male intenzionalmente alla loro figlia", i medici hanno scoperto che le sue condizioni erano causate da una "fame prolungata" e un dottore ha descritto le condizioni della bimba come "peggiori di qualsiasi altra cosa abbia visto in ospedale prima". I due genitori sono a quanto pare una coppia di estremisti hippy, se così si può dire, e non avevano nemmeno dichiarato al loro Comune di residenza la nascita della bambina.

"Figlia del mondo"

"Secondo la loro convinzione ideologica la figlia era cittadina del mondo, e quindi i genitori non dichiararono nemmeno la nascita a nessuna autorità, né la fecero controllare in un centro pediatrico, o addirittura mai pesarono o misurarono la sua crescita, e nemmeno fu vaccinata o mai esaminata da un medico", recita la dichiarazione del tribunale, secondo cui il cibo che le veniva dato "era tutt'altro che sufficiente o adatto a un bambino così piccolo". Io giudice ha definito “particolare” il punto di vista dei genitori, in riferimento a una dichiarazione della madre della ragazza che avrebbe detto in tribunale di credere che le persone possono vivere senza cibo o acqua seguendo un allenamento mentale e fisico a lungo termine. L'avvocato della coppia ha sostenuto però la tesi che le condizioni della piccola fossero causate da un verme solitario.

L'affidamento della bambina

Dopo che avranno scontato i tre mesi di prigione la bambina verrà affidata nuovamente alla coppia ma i due dovranno passare otto settimane in una struttura residenziali in cui i loro comportamenti verranno supervisionati dalle autorità

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una bimba ha rischiato la vita perché i genitori le hanno imposto una dieta vegana

AgriFoodToday è in caricamento