menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine dell'incidente stradale avvenuto nei pressi di Lesina che ha provocato la morte di 12 braccianti a Foggia il 6 agotoANSA/FRANCO CAUTILLO

Un'immagine dell'incidente stradale avvenuto nei pressi di Lesina che ha provocato la morte di 12 braccianti a Foggia il 6 agotoANSA/FRANCO CAUTILLO

Incidenti sul lavoro nell’agricoltura: un morto ogni tre giorni nel 2018

Il settore registra comunque il maggior calo di infortuni: -2,9% nei primi otto mesi dell’anno in corso. Meno morti rispetto al 2017, in controtendenza con altri settori

Il trend positivo, che da oltre un decennio vede gli infortuni sul lavoro nel settore agricolo il diminuzione, non rende meno amaro il dato recentemente pubblicato: 86 persone hanno perso la vita nei primi otto mesi del 2018 mentre lavoravano nei campi, circa uno ogni tre giorni. I numeri dell’Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail) rivelano inoltre che il comparto agricolo ha registrato il maggior calo di incidenti (-2,9%) se paragonato agli altri settori. In totale, l’Inail ha rilevato 713 morti sul lavoro da inizio anno a oggi, 31 in più rispetto ai 682 dell’analogo periodo del 2017 (+4,5%). Le morti nelle campagne sono invece calate da 88 a 86.

Meno infortuni ma tanto ancora da fare

Gli infortuni nelle campagne sono passati da 22.292 nei primi otto mesi del 2017 ai 21.651 casi nello stesso periodo del 2018. Un calo del 2,9% che, come sottolinea una nota della Coldiretti, “conferma il prezioso lavoro di ammodernamento delle imprese agricole fatto in questi anni per rendere il lavoro in agricoltura tecnologicamente più avanzato, ma anche più sicuro”. L’organizzazione dei coltivatori ci tiene a precisare che “molto resta tuttavia ancora da fare e per questo è necessario continuare con decisione sulla strada intrapresa con interventi per la semplificazione, la trasparenza, l’innovazione tecnologica e la formazione, che sappiano accompagnare le imprese nello sforzo di prevenzione in atto”.  La diminuzione degli infortuni si è ottenuta “anche grazie alle risorse dei Bandi Inail che hanno messo a disposizione delle imprese agricole risorse a fondo perduto per rinnovare ed ammodernare il parco macchine attualmente in circolazione”, si legge nella nota. “Un risultato che è frutto dell’impegno degli imprenditori e dei lavoratori per lo sviluppo di un’agricoltura al servizio della sicurezza della salute, dell’ambiente e dell’alimentazione, che vuole conciliare gli interessi delle imprese, degli occupati e dei consumatori”, conclude la Coldiretti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento