menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Ansa EPA/NIC BOTHMA

foto Ansa EPA/NIC BOTHMA

Gli esperti: falle nel sistema Ue di sorveglianza sulla listeria, "molto spesso" non viene rilevata

Il Centro europeo per il controllo delle malattie chiede di superare le frammentazioni nazionali e di adottare tecniche di rilevamento più all'avanguardia

Gli attuali sistemi di controllo e sorveglianza dell’Unione europea “molto spesso” non riescono a rilevare i casi più gravi di listeria, la malattia infettiva che si trasmette attraverso l’ingestione di determinati cibi e che nei casi più gravi può portare alla morte. A segnalarlo è la rivista Eurosurveillance pubblicata dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), secondo cui più della metà dei casi acuti della malattia sfugge ai radar comunitari.

Il suggerimento è quello di superare le frammentazioni nazionali e adottare a livello europeo il metodo di sequenziamento completo del genoma. In questo modo, secondo l’Ecdc, le epidemie nella maggior parte dei Paesi potrebbero essere rilevate più in fretta, fino a 5 mesi prima. La listeriosi è una malattia rara ma potenzialmente grave, veicolata dal cibo. La sua diffusione su suolo Ue è in aumento. Nel 2016 si sono ammalate 2.536 persone, 247 delle quali sono morte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento