Toscana patria dei sommelier d'Italia, i migliori 5 vengono dalla regione

Il campione in carica Simone Loguercio è di Firenze, il secondo classificato Valentino Tesi di Pistoia. L'assessore regionale Remaschi: “In tutti gli ambiti del mondo vitivinicolo sappiamo esprimere le nostre eccellenze”

Da sempre la Toscana è regione di vini apprezzati e pregiati in tutta Italia ma non solo. E a quanto pare è anche la regione in cui i vini sono meglio conosciuti. A dimostrarlo il fatto che sono tutti toscani i cinque sommelier che hanno conquistato i gradini più alti del podio del 'Miglior Sommelier d'Italia 2018'. Un record che la Regione ha deciso di riconoscere assegnando loro una medaglia raffigurante il Pegaso.

L'assessore regionale all'Agricoltura, Marco Remaschi, ha premiato - in occasione della presentazione di BuyWine e Anteprime di Toscana - il campione italiano in carica Simone Loguercio, di Firenze, il secondo classificato Valentino Tesi, di Pistoia (che terrà due degustazioni guidate in programma a PrimAnteprima), i due terzi a pari merito Massimo Tortora, di Livorno, e Simone Vergamini, di Lucca, e Clizia Zuin, di Firenze, sesta assoluta e prima tra le donne a livello nazionale. Cinque alfieri della Sezione Toscana dell'Associazione italiana sommelier, articolata in 13 delegazioni territoriali, che a livello regionale conta circa 4 mila soci.

"In questa giornata in cui si presentano le grandi vetrine mondiali del vino toscano - ha sottolineato Remaschi - abbiamo voluto dare un riconoscimento ufficiale a questi sommelier il cui valore e le cui competenze dimostrano come in tutti gli ambiti del mondo vitivinicolo la Toscana sappia esprimere le sue eccellenze. Il loro risultato ci riempie di orgoglio, e questo orgoglio lo abbiamo voluto esprimere premiandoli con una medaglia che raffigura il Pegaso, simbolo della Regione Toscana".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lega nomina il nuovo direttore dell'Agea. E il M5s si infuria

  • La pasta stufa gli inglesi: “Crollo dei ristoranti italiani nel Regno Unito”

  • Troppo caldo, la raccolta delle mele parte in anticipo (e in ribasso)

  • "Dall'enogastronomia benefici per il territorio ancora poco sfruttati"

  • "Un piano per l'agroindustria italiana per creare 100mila posti di lavoro"

  • Ferragosto, un successo per gli agriturismi italiani “+7% rispetto al 2018”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento