rotate-mobile
Mercoledì, 27 Settembre 2023
Cibo & salute

Attenzione alle diete alla moda, possono far male e far ingrassare sul lungo periodo

L'avvertimento dell'Associazione dei dietisti britannici, secondo cui queste soluzioni rapide e di tendenza provocano danni, sia fisici che psicologici

L'inizio dell'anno coincide spesso con i "buoni propositi". Tra quelli più in voga c'è la promessa di perdere peso e rimettersi in forma, soprattutto dopo settimane di festeggiamenti eccessivi. "Anno nuovo, persona nuova", è uno dei motti più in voga e spinge molte persone a lanciarsi in tentativi disperati di diete repentine e a tratti folli, come la dieta dell'acqua, quella dell'uovo sodo o la dieta "keto", che esclude tutti i carboidrati. Secondo gli esperti si tratta di fenomeni pericolosi, che non solo risultano inefficaci sul lungo periodo, ma addirittura possono nuocere al nostro organismo.

Tendenze infondate

L'allarme lo lancia la British Dietetic Association (Bda), che rappresenta 10.500 dietisti qualificati del Regno Unito. L'organizzazione ha esortato le persone a evitare tutto ciò che "pretende di offrire una soluzione rapida per la perdita di peso". Hanno avvertito che quest'anno sono stati sommersi da pazienti a cui erano state suggerite diete di tendenza assolutamente infondate sul piano scietifico. La Bda ha affermato che queste diete restrittive, spesso promosse sui social media, possono inizialmente portare a una rapida perdita di peso, ma tendono ad essere nocive nel lungo termine. Seguendole inoltre si rischia un effetto "yo-yo", che comporta una perdita non solo di grassi ma anche di massa muscolare utile, come pure una carenze di nutrienti.

Danni successivi

Il metabolismo si adatta inizialmente a un minor numero di calorie, ma col passare del tempo chi si mette a dieta riprende peso altrettanto rapidamente. Questo perché si tratta di regimi alimentari che spesso non possono essere seguiti a lungo termine, presentando regole rigidi e limiti troppo restrittivi. Il monito suggerito al pubblico è quello di essere "incredibilmente critico" nei confronti delle soluzioni e dei prodotti che vede promuovere sui social media o in televisione, anche quando i suggerimenti provengono da parte di celebrità e influencer. Non solo. La Bda incoraggia anche a segnalare all'Advertising Standards Authority tutte le diete che sostengono di riuscire a far perdere quantità drammatiche di peso in tempi brevi.

Rischi associati

Per identificarle, l'ente ha fornito alcuni elementi che dovrebbero mettere in allarme i cittadini. Si tratta di solito di piani che promuovono una rapida perdita di peso senza solide prove scientifiche, che spesso prevedono un regime molto restrittivo con pochi alimenti o una combinazione insolita di alimenti, oppure consistono in prodotti alimentari, ingredienti o integratori costosi. Tra quelle già segnalate come ingannevoli e/o pericolose ci sono la dieta dell'uovo sodo, quella del pompelmo e quella basata sul gruppo sanguigno, che suggerisce determinati alimenti in base al tipo genetico o appunto agli elementi identificativi del sangue. Attenzione anche alla dieta del cavolo e alla dieta "Atkins" o "keto", che chiedono di eliminare tutti i carboidrati, compresi pane, pasta e dolci. Non bisogna fidarsi neppure della dieta del cibo crudo, che richiede di non riscaldare alcun alimento, mangiando soprattutto verdure e semi privi di cottura.

Falsi rimedi

"Le diete per i buoni propositi di Capodanno possono anche essere un fattore scatenante per chi soffre di disturbi alimentari e possono portare a un'alimentazione disordinata", ha sottolineato Marcela Fiuza, portavoce della Bda. Al posto di questi falsi rimedi, l'associazione propone metodi più efficaci per tornare in forma: "La maggior parte delle persone può ridurre l'assunzione di alimenti altamente trasformati e mangiare più alimenti integrali: verdura, frutta, noci, semi e cereali integrali contengono una serie di sostanze nutritive di cui il corpo ha bisogno per funzionare a un livello ottimale", ha evidenziato l'ente in un comunicato.

Danni mentali

I dietologi hanno inoltre avvertito che questa tendenza di capovolgimenti drastici legati all'inizio dell'anno può essere dannosa anche per la salute mentale. "Dal punto di vista psicologico, può essere davvero dannoso per l'autostima delle persone, facendo credere loro di non essere abbastanza brave così come sono e di doversi conformare agli 'ideali' percepiti dalla società e fare dei cambiamenti in questo periodo", ha ricordato il dietista Nichola Ludlam-Raine. In realtà, ricordano gli esperti di nutrizione, bisogna lavora sulla propria autostima per apportare cambiamenti positivi all'alimentazione.

Meno rinunce

Bisognerebbe quindi concentrarsi meno sulle "rinunce" e maggiormente su "ciò che dovremmo mangiare e fare di più", come aumentare i liquidi e le fibre, contenuti in frutta e verdura, e aumentare le attività fisiche e sportive, partendo magari da semplici passeggiate. "L'approccio più sano e sostenibile è quello piccolo e lento, l'opposto di ciò che promettono le diete di tendenza" ha proseguito Ludlam-Raine, precisando: "Un dietologo può aiutare le persone a considerare i loro obiettivi a lungo termine e a sottolineare gli impatti positivi sulla loro salute generale, non solo sul loro peso".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attenzione alle diete alla moda, possono far male e far ingrassare sul lungo periodo

AgriFoodToday è in caricamento