Mercoledì, 4 Agosto 2021
Salute

Con la pandemia in Francia è boom di acquisti di prodotti biologici e locali

I consumatori del Paese sono sempre più attenti alla qualità degli alimenti e tra i giovani si diffonde la consapevolezza dell'importanza di sostenere agricoltura sostenibile per il bene del pianeta

La pandemia di coronavirus e i conseguenti lockdown hanno avuto anche un impatto sui consumi degli europei, che hanno in molti casi cambiato le proprie abitudini alimentari, cercando di utilizzare più prodotti ritenuti salutari. Tra i francesi si è diffusa sempre più l'abitudine di acquistare alimenti di stagione e provenienti da agricoltura locale e biologica.

Come racconta Euractiv secondo il 18esimo barometro di Agence Bio sul consumo e la percezione dei prodotti biologici, più della metà dei cittadini d'oltralpe ha affermato di aver cambiato le proprie abitudini alimentari negli ultimi tre anni e quasi due terzi di loro lo hanno fatto durante la pandemia. Tra gli intervistati, il 57% ha dichiarato di acquistare più prodotti freschi e di stagione rispetto a prima, mentre il 59% preferisce prodotti locali e canali di distribuzione brevi, rispetto al 54% del 2019. Un numero maggiore di francesi (55%) ha affermato di aver cucinato a casa più spesso, affermando di volersi impegnare per evitare perdite e sprechi di cibo, rispetto al 47% del 2019.

Anche il numero di persone che consumano alimenti biologici è aumentato del 15%, una tendenza osservata in particolare tra i giovani sotto i 25 anni e tra i professionisti più benestanti, visto anche che i prezzi di questi alimenti sono più alt di quelli provenienti da agricoltura e allevamenti intensivi. Di questi, tre quarti hanno affermato di aver già iniziato a consumare prodotti biologici prima del primo blocco, mentre un altro 17% ha iniziato a farlo durante questo periodo. Le piccole attività cominciano a farsi spazio nel mercato anche a discapito della grande distribuzione. Secondo il rapporto il numero di persone che acquistano prodotti biologici nei supermercati è diminuito del 3% nel 2020 dal 74% nel 2019. Nel frattempo, coloro che acquistano alimenti biologici da aziende agricole e produttori locali sono aumentati dal 6% al 26%.

Questo cambio di tendenza, verso il biologico, è dovuto per la maggior parte degli intervistati (61%) a ragioni di salute, ritenendo questi alimenti più salubri, mentre il 48% (soprattutto quelli di età inferiore ai 25 anni) hanno affermato di farlo anche per proteggere l'ambiente. Gli intervistati hanno anche citato la crescente disponibilità di tali prodotti (39%), nonché preoccupazioni etiche e sociali (38%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la pandemia in Francia è boom di acquisti di prodotti biologici e locali

AgriFoodToday è in caricamento