rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Salute

La peste suina arriva anche negli allevamenti in Germania

Prima i casi erano stati rilevati solo negli animali selvatici. Abbattuti oltre 200 capi nello Stato del Brandeburgo, al confine con la Polonia, dove la malattia è particolarmente diffusa

Non più solo tra gli animali selvatici, in Germania purtroppo sono stati confermati i primi casi di peste suina anche in due allevamenti di maiali. Lo ha annunciato il ministero federale dell'Agricoltura spiegando che si tratta di due strutture nello Stato tedesco orientale del Brandeburgo.

In precedenza erano stati riscontrati già 1.267 casi ma soltanto in cinghiali nell'area, che è al confine con la Polonia, dove la malattia è molto diffusa. La Cina e altri paesi asiatici avevano già disposto il blocco delle importazioni di carne di maiale nel settembre 2020 dopo che il primo caso era stato confermato negli animali selvatici. Adesso la malattia è stata trovata nei maiali in una fattoria biologica con 200 animali e in una piccola azienda con solo due suini, e tutti i capi sono stati abbattuti per sicurezza. "Per quasi un anno abbiamo combattuto contro l'enorme pressione della malattia dalla Polonia. Mi dispiace molto per i primi casi nei suini da allevamento, ma purtroppo questa possibilità non può mai essere completamente esclusa", ha affermato il ministro della Salute del Brandeburgo, Ursula Nonnemacher.

Per provare a evitare la diffusione del contagio era stata costruita una recinzione lungo il confine polacco per impedire ai cinghiali di entrare in Germania ed erano state istituite sei zone di caccia intensiva ai cinghiali, ha spiegato l'esponente dell'esecutivo, ma purtroppo non è bastato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La peste suina arriva anche negli allevamenti in Germania

AgriFoodToday è in caricamento