rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Smart&Green

Apicoltura: la tecnologia "Hive-Tech" consente di controllare la salute delle api

L'azienda 3Bee ha sviluppato un innovativo sistema che consente di percepire le necessità delle api. Ciò, in caso di problemi, garantisce all'apicoltore di intervenire tempestivamente

COMO -  3bee nasce dal 2017 dall'idea di due co-founder: Riccardo Balzaretti, che ha conseguito un dottorato in biologia, e Niccolò Calandri, con lo stesso riconoscimento in elettronica. L'azienda ha sviluppato un sistema che permette di capire lo stato di salute delle api. 

La lettura dei dati

"La tecnologia utilizzata si chiama Hive-Tech, ovvero Alveare tecnologico, ed è composta da un sensore che si può installare negli alveari di tutto il mondo" racconta Niccolò Calandri. "Possiede una struttura mimetica, di piccole dimensioni, che si inserisce al centro dell'alveare dove c'è la regina e analizza ciò che essa comunica alle api: questo avviene tramite la frequenza sonora, la voce della stessa regina, l'umidità, la temperatura ed il peso dell'alveare".

"I dati prodotti vengono analizzati ed inviati su un apposito cloud. - Prosegue - Gli apicoltori, nostri clienti, sono dotati di un app che gli permette di capire se le api stanno morendo di fame, se soffrono per i cambiamenti climatici o se hanno altri tipi di malattie. In tal modo essi possono intervenire in modo mirato, cercando di diminuire la percentuale di mortalità". 

"Il problema degli alveari è che solitamente sono collocati lontano dagli apicoltori. Hive-Tech è uno strumento che da remoto consente di capire in tempo reale come stanno gli insetti".

La cosa più importante: la salute delle api

"L'obiettivo di 3Bee è quello di migliorare la qualità della salute delle api. - Dice Calandri - Cerchiamo sempre di comunicare che - al di là degli interventi umani - le api stanno bene se l'ambiente circostante è buono. Per questo abbiamo ideato l'Oscar delle api, un riconoscimento per i tre apicoltori più virtuosi in tutta Italia: il premio non riguarda la produzione di miele, ma si basa sul luogo di collocazione dell'alveare, e sulla biodiversità che esso garantisce". 

"Inoltre i dati offerti sono semplici da leggere, e per questo abbiamo coinvolto 150 scuole (di infanzia e primarie) per progetti educativi che instillino buone conoscenze ai più piccoli."

La politica comune europa

"Da quest'anno (2022) abbiamo notato che si sta puntando molto sulla biodiversità. - Conclude il CEO di 3Bee - Per questo noi siamo in linea con le strategia della Comunità europea. Ovviamente è sempre opportuno sviluppare progetti e percorsi sull'ambiente che ci circonda."

disclaimer DEF-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apicoltura: la tecnologia "Hive-Tech" consente di controllare la salute delle api

AgriFoodToday è in caricamento