rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cibus

Numeri da record per l'edizione di Cibus 2022

Affluenza numerosa ed espositori in media con il 2018: Cibus risorge dopo la pandemia

60mila operatori professionali registrati tra gli stand, di cui 3mila top buyer esteri. 3mila imprese (a stragrande maggioranza italiane) presenti tra gli espositori. L’edizione 2022 di Cibus, tenutasi a Parma e dal 3 al 6 maggio ha registrato numeri da record. O meglio: da pre pandemia.

I dati sono sotto gli occhi di tutti. Nel 2018 infatti, ossia nell’ultima edizione regolare prima del Covid, il Salone ha ospitato 3mila aziende espositrici e coinvolto 82mila visitatori. 40mila invece i visitatori accorsi lo scorso anno all’evento, malgrado le limitazioni. Quest’anno le aspettative sono state più che superate.

L’importanza della filiera agroalimentare per l'economia italiana

Una versione light nel 2023

Cibus si tiene di norma ogni due anni, ma nel 2023 – dal 29 al 30 marzo – tornerà con una versione light, in concomitanza con il Vinitaly, per consentire agli ospiti internazionali e ai top buyers di approfittare dell’evento e visitare la Food Valley italiana.

Una necessità, non solo dovuta all’aumento della domanda da parte dei professionisti, ma anche e soprattutto per venire incontro ai temi urgenti ribaditi anche in quest’edizione: sostenibilità alimentare, innovazione tecnologica e territorialità.

I numeri di Cibus Food Saving

Ha chiuso con successo anche l’iniziativa Cibus Food Saving, realizzata dal Banco Alimentare per recuperare il cibo invenduto durante la manifestazione. Gli alimenti donati dalle aziende espositrici finiranno a 742 strutture caritative convenzionate sul territorio dell’Emilia Romagna. Dati che riportano l’etica alla base di un settore come quello della ristorazione, spesso additato di non fare abbastanza per sostenere il riutilizzo del materiale invenduto.

Quanto cibo sprechiamo ogni anno in Italia?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numeri da record per l'edizione di Cibus 2022

AgriFoodToday è in caricamento