rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
vinitaly

Torna OperaWine, l’esclusivo evento di degustazione delle migliori cantine italiane

130 cantine scelte da Wine Spectator e una selezione di eccellenze enologiche tutte Made in Italy

L’Italia vanta una notevole varietà di vini, di qualità eccellente e dalle molteplici caratteristiche.
A seconda della regione di provenienza, della tradizione che hanno alle spalle, del tipo di lavorazione impiegata, ognuno di questi vini ha una storia diversa, e unica, da raccontare.
In particolare, per consentire agli addetti del settore di scoprire i migliori vini italiani, Veronafiere e Vinitaly, in collaborazione con la prestigiosa rivista americana Wine Spectator, hanno dato vita a OperaWine.

OperaWine: uno tra i più affascinanti eventi enologici

Quest’anno sarà compito di OperaWine dare il via, ufficialmente, a Vinitaly, il più importante Salone Internazionale del Vino e dei Distillati. L’esclusivo evento, infatti, tornerà a rivestire il suo ruolo di anteprima di Vinitaly; per la sua 11ª edizione, si terrà il 9 aprile 2022, presso le ex Gallerie Mercatali.

Al via la 54ª edizione di Vinitaly, il più importante evento internazionale dedicato al vino

La prestigiosa degustazione, durante la quale saranno presentati i vini provenienti da alcune tra le migliori cantine italiane, è l’occasione perfetta per raccontare la ricchezza del panorama enologico italiano, che si fa ambasciatore del Made in Italy.
Inoltre, per gli addetti del settore si crea, anche, l'opportunità di trattare temi quali comunicazione, e-commerce e marketing legati all’ambito commerciale vinicolo.

Wine Spectator: un’attenta selezione alla ricerca delle eccellenze vinicole italiane

Affinché possano essere scelti per venire degustati durante OperaWine, i vini vengono vagliati dagli esperti di Wine Spectator (rivista che, come già detto, rappresenta una vera e propria autorità a livello internazionale nel settore vitivinicolo).
I giudici sottopongono a un attento esame visivo e gusto-olfattivo i vini italiani presi in considerazione, assegnando poi, a ciascuno, un punteggio e stilando una classifica. In questo modo viene selezionata l’eccellenza dei produttori italiani: le cantine scelte, provenienti da tutta Italia, sono molto differenti tra loro, ma hanno un comune denominatore: l’elevata qualità dei vini.

Vinitaly 2022: una rassegna di eventi per scoprire le tradizioni vinicole della regione Campania

Dato che OperaWine è, anche, una vetrina che consente di promuovere i migliori vini italiani presso i mercati esteri, grazie al respiro internazionale che la caratterizza, l’accesso non è consentito a tutti; viene riservato agli operatori del settore, buyer esteri che partecipano al Programma di Incoming e a giornalisti selezionati.

Alcuni numeri legati a OperaWine

In occasione dell’11ª edizione dell’evento, Wine Spectator ha selezionato 130 cantine italiane.
Tra tutti i partecipanti, però, OperaWine 2022 vede maggiormente rappresentate le regioni Toscana (36 produttori), Piemonte (20 produttori) e Veneto (16 produttori).
In merito alle etichette, ogni produttore può presentare un unico vino (selezionato sempre da Wine Spectator); la tipologia di vini, quest’anno, vede una predominanza di rossi, così come fu nel 2021.
Eccone la suddivisione nel dettaglio: 97 vini rossi, 22 vini bianchi, 7 frizzanti, 2 semi frizzanti, 2 vini dolci.
La lista dei vini vincitori di OperaWine 2022 è disponibile sul sito di Vinitaly .

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna OperaWine, l’esclusivo evento di degustazione delle migliori cantine italiane

AgriFoodToday è in caricamento